• Il Corso di Laurea in Infermieristica abilita alla professione di infermiere dedicata ai bisogni e all’assistenza tecnico-sanitaria del paziente.
    I laureati in Infermieristica sono professionisti sanitari responsabili dell'assistenza generale infermieristica e le loro principali funzioni sono la prevenzione delle malattie, l'assistenza dei malati e dei disabili di tutte le età (evolutiva, adulta e geriatrica) e l'educazione sanitaria.
    Il corso si propone di formare una moderna figura di professionista in grado di identificare i bisogni di assistenza infermieristica della persona e della collettività, pianificare, gestire e valutare l'intervento assistenziale nel rispetto delle differenze culturali, etniche, generazionali e di genere. La figura professionale dell’infermiere conosce altresì i principi bioetici generali, quelli deontologici, giuridici e medico legali della professione ed è formata per documentare l'assistenza infermieristica fornita, attraverso la conoscenza delle norme di radioprotezione e di rischio infettivo.
    I laureati nella classe delle professioni sanitarie Infermieristiche ed Ostetrico/a (L/SNT1) svolgono l’attività professionale in diversi ambiti, dalle strutture sanitarie pubbliche e private, al territorio e all’assistenza domiciliare in regime di dipendenza o libero-professionale; contribuiscono alla formazione del personale di supporto e concorrono direttamente all'aggiornamento relativo al loro profilo professionale e alla ricerca.

  • Concorso di ammissione
    Ammissione al Corso di Laurea

    L'accesso al Corso di Laurea in Infermieristica è a numero programmato e prevede un concorso di ammissione.

    L’iscrizione alla prova d’ammissione deve avvenire entro il 07 settembre 2021.

Caratteristiche del corso
Anno accademico:
2021
Tipo di corso:
Corso di laurea
Durata:
3 anni
Classe:
L/SNT1

Classe delle lauree in Professioni sanitarie, infermieristiche e professione sanitaria ostetrica

CFU:
180 CFU
Organizzazione del corso
Struttura afferente:
Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche
Tipo di accesso:
Programmato
Codice identificativo:
1642
Il piano degli studi
Anno di corso: 1
Obbligatori
Anno di corso: 2
Obbligatori
Anno di corso: 3
Obbligatori

Programma, testi e obiettivi

Status professionale conferito dal titolo.
Infermiere
I laureati svolgono la loro attività professionale in strutture sanitarie, pubbliche o private, nel territorio e nell'assistenza domiciliare, in regime di dipendenza o libero-professionale; contribuiscono alla formazione del personale di supporto e concorrono direttamente all'aggiornamento professionale.
Caratteristiche prova finale.
Le caratteristiche della prova finale sono quelle indicare nell'art. 7, comma 4 del Decreto Interministeriale del 19.02.2009, n.119 (G.U. 25.05.2009). La Laurea in Infermieristica si consegue con il superamento di una prova finale consistente nelle redazione e discussione di un elaborato scritto su un argomento teorico-pratico. Essa è preceduta da una prova professionale, abilitante alla professione di Infermiere, di dimostrazione di capacità relative alla pratica assistenziale infermieristica che può essere effettuata o a letto di pazienti o come prova pratica simulata. Gli elaborati potranno essere redatti anche in una lingua straniera preventivamente concordata. La prova finale ha valore di Esame di Stato abilitante all'esercizio professionale.
Conoscenze richieste per l'accesso.
Possono essere ammessi al Corso di Laurea in Infermieristica i candidati che siano in possesso del Diploma di Scuola Media Superiore o titolo estero equipollente ai sensi dell'art.6, comma 1 e 2, del D.M. 270/04 e che abbiano superato la prova di selezione per l'ammissione al Corso.
L'esame di ammissione al Corso di Laurea ha luogo secondo modalità definite dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e Ricerca e, a tutt'oggi, consiste in una prova scritta di 60 quiz con risposta a scelta multipla che vertono su argomenti di Logica e Cultura generale, Biologia, Chimica, Matematica e Fisica. La prova di selezione viene effettuata in una data unica su tutto il territorio nazionale e viene indicata dal Ministero.
Lingua/e ufficiali di insegnamento e di accertamento della preparazione.
ITALIANO
Autonomia di giudizio.
I laureati devono avere la capacità di intendere il complesso organico di conoscenze ottenuto con un processo sistematico di acquisizione delle stesse, allo scopo di giungere ad una descrizione precisa della realtà fattuale delle cose e delle leggi in base alle quali avvengono i fenomeni, quindi attraverso l'osservazione sperimentale di un evento naturale, la formulazione di un'ipotesi generale sotto cui questo evento si verifichi, e la possibilità di controllo dell'ipotesi mediante osservazioni successive, la ricerca bibliografica, la utilizzazione di basi di dati e di altre fonti di informazione e la raccolta e l'interpretazione di dati nel campo dell'area infermieristica ritenuti utili a determinare giudizi autonomi, inclusa la riflessione su temi sociali, scientifici o etici ad essi connessi. L'acquisizione di tale capacità verrà valutata attraverso: la discussione di casi clinici e assistenziali con relativa verifica sugli argomenti trattati e con la applicazione delle evidenze scientifiche aggiornate e validate.
Abilità comunicative.
I laureati devono saper comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni; presidiare pienamente il processo comunicativo, favorendo la creazione di un clima di empatia e fiducia con gli interlocutori specialisti e non specialisti, avere le capacità di adattare il proprio stile relazionale alle situazioni assistenziali e all'interno dell'équipe, secondo la situazione e le esigenze che si presentano. Tali capacità verranno acquisite e verificate attraverso incontri con pazienti, tutor ed assistenti favorendo la partecipazione attiva degli studenti e le attività di lavoro in équipe multidisciplinare e report finale.
Capacità di apprendimento.
I laureati devono possedere le capacità teoriche e pratiche necessarie per l'esercizio della professione di Infermiere acquisite durante il percorso formativo del corso di studi.
Le capacità acquisite dovranno permettere al laureato non solo di poter continuare ed approfondire le sue conoscenze nell'ambito dell'Infermieristica attraverso l'aggiornamento e la formazione continua ma anche la possibilità di intraprendere studi successivi con un alto grado di autonomia e potenzialità applicative in contesti anche più ampi. Tali capacità vengono valutate mediante prove in itinere, stesura di tesi e prova finale.
Conoscenza e comprensione.
Scienze biomediche, propedeutiche e interdisciplinari
L’ambito disciplinare delle scienze biomediche di base prevede l’acquisizione di nozioni riguardanti la fisica, la biochimica, la genetica, la biologia generale e dell’istologia, dell’anatomia e della fisiologia umana con un approfondimento dei meccanismi di funzionamento degli organi ed apparati. Sono presentati al discente i meccanismi di malattia, compresi quelli immunologici e le loro ripercussioni su tessuti ed appartati. Nell’ambito dell’area delle scienze propedeutiche, vi è un settore dedicato alla medicina di comunità e preventiva, alle integrazioni di ordine statistico fra le diverse discipline della medicina e la storia della ricerca scientifica e delle conquiste terapeutiche nel corso dei secoli. Vengono inoltre presentate le modalità di utilizzo dei sistemi informatici nella ricerca, nella pratica assistenziale e nell’archiviazione di dati clinici. L’ambito disciplinare delle scienze umane e psicopedagogiche verte sui principi basilari della psicologia clinica e delle interazioni interpersonali dei gruppi organizzati.

Scienze della prevenzione, dei servizi e del management sanitario
L’ambito disciplinare della prevenzione è mirato all’acquisizione delle conoscenze necessarie all’individuazione ed all’analisi dei problemi di salute del singolo e/o di una comunità e delle risposte dei servizi sanitari e socio � assistenziali ai principali bisogni dei cittadini. L’ambito del management sanitario verte sull’acquisizione di nozioni riguardanti i principi legislativi che regolano le attività nell’ambito delle professioni sanitarie, nel contesto del più ampio scenario del diritto del lavoro e dei principi organizzativi dei sistemi sanitari.

Scienze mediche e chirurgiche e interdisciplinari cliniche
L’ambito disciplinare delle scienze mediche e chirurgiche verte sull’acquisizione di nozioni riguardanti i principi fisiopatologici e semeiotici e terapeutici delle patologie in area medica e chirurgica, contestualizzate nell’area di prima assistenza e pronto soccorso, emergenza ed urgenza, nonché della routinaria attività clinica nell’area medica e chirurgica. Vengono presentati al discente i principi della assistenza nell’area della lungo degenza, riabilitazione e medicina domiciliare. Vengono inoltre somministrati i principi basilari, nell’ambito interdisciplinare, dei settori medici e chirurgici più specialistici.



Scienze infermieristiche
Acquisizione di nozioni riguardanti l'attività assistenziale nel campo della infermieristica generale, pediatrica e neonatale; sono inoltre presentati al discente i principi della metodologia della ricerca in campo infermieristico, la teoria dell'assistenza infermieristica, l'infermieristica clinica, preventiva e di comunità, l'infermieristica dell'area critica e dell'emergenza e gli aspetti organizzativi della professione infermieristica.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione.
Scienze biomediche, propedeutiche e interdisciplinari
Il Laureato in Infermieristica sarà in grado di applicare le conoscenze di base, biologiche e mediche, relativamente alle diverse patologie che sono oggetto formativo nella pratica clinica. Lo stesso inoltre dovrà essere in grado di eseguire una semplificazione delle procedure nella ricerca e nella gestione di archivi clinici implementando nella sua azione lavorativa programmi informatici avanzati e costantemente aggiornati. Il discente sarà inoltre in grado di adoperare le principali applicazioni cliniche della psicologia nel rapporto con il paziente e le sue problematiche.
Strumenti didattici per sviluppare i risultati di apprendimento attesi: lezioni frontali, attività didattiche elettive, attività didattiche tutoriali, partecipazione a convegni didattici, sussidi audio visivi e multimediali, materiale didattico, informatico e cartaceo. Laboratori professionali con metodologia di: dimostrazione diretta e indiretta, Role-playing,Tutoring session, mastery Learning- Competencies-based Learning (apprendimento per padronanza), apprendimento per problemi, Problem-Based Learning.
Strumenti di valutazione per accertare il conseguimento dei risultati attesi: valutazioni certificative ed esami di profitto organizzati come prove integrate per più insegnamenti o moduli coordinati. Tali verifiche sono articolate nelle tradizionali modalità dell’esame orale o scritto, anche in sequenza di prove in itinere e parziali, utili a verificare le conoscenze acquisite. Con riferimento alle prove scritte gli strumenti utilizzati sono: test a risposta multipla o risposte brevi scritte, organizzati su problematiche a carattere interdisciplinare, seguiti da esami utili ad accertare le conoscenze acquisite; redazione di elaborati scritti su specifiche tematiche assegnate.



Scienze della prevenzione, dei servizi e del management sanitario
Il Laureato in Infermieristica sarà in grado di valutare i bisogni di salute, i fattori di rischio, le strategie di prevenzione e gli interventi a tutela della sicurezza degli operatori e degli utenti. Inoltre, il Laureato in Infermieristica sarà in grado di applicare nella pratica professionale le conoscenze sui principali rapporti e contratti di lavoro e sulle norme generali che regolano il pubblico impiego. Integrano questi saperi le nozioni generali sulla costituzione e sull’ordinamento giuridico dello stato.

Strumenti didattici per sviluppare i risultati di apprendimento attesi: lezioni frontali, attività didattiche elettive, attività didattiche tutoriali, partecipazione a convegni didattici, sussidi audio visivi e multimediali, materiale didattico, informatico e cartaceo. Problem-Based Learning (apprendimento per problemi), mastery Learning- Competencies-based Learning (apprendimento per padronanza), laboratorio di revisione della letteratura e metodologia della ricerca applicata alla professione infermieristica.


Strumenti di valutazione per accertare il conseguimento dei risultati attesi: valutazioni certificative ed esami di profitto organizzate come prove integrate per più insegnamenti o moduli coordinati. Tali verifiche sono articolate nelle tradizionali modalità dell’esame orale o scritto, anche in sequenza di prove in itinere e parziali utili a verificare le conoscenze acquisite. Con riferimento alle prove scritte gli strumenti utilizzati sono: test a risposta multipla o risposte brevi scritte, organizzati su tematiche a carattere interdisciplinare, seguiti da esami utili ad accertare le conoscenze acquisite; redazione di elaborati scritti su specifiche tematiche assegnate.



Scienze mediche e chirurgiche e interdisciplinari cliniche
Il laureato in infermieristica sarà in grado di individuare i percorsi assistenziali, di comprendere i protocolli diagnostico-terapeutici connessi all’erogazione di cura per patologie nei diversi ambienti sanitari, compresi quelli più specialistici.

Strumenti didattici per sviluppare i risultati di apprendimento attesi: lezioni frontali, attività didattiche elettive, attività didattiche tutoriali, partecipazione a convegni didattici, sussidi audio visivi e multimediali, materiale didattico, informatico e cartaceo.

Strumenti di valutazione per accertare il conseguimento dei risultati attesi: valutazioni certificative ed esami di profitto organizzate come prove integrate per più insegnamenti o moduli coordinati. Tali verifiche sono articolate nelle tradizionali modalità dell’esame orale o scritto, anche in sequenza di prove in itinere e parziali utili a verificare le conoscenze acquisite. Con riferimento alle prove scritte gli strumenti utilizzati sono: test a risposta multipla o risposte brevi scritte, organizzati su tematiche a carattere interdisciplinare, seguiti da esami utili ad accertare le conoscenze acquisite; redazione di elaborati scritti su specifiche tematiche assegnate.
Inoltre, per l’accertamento dei bisogni di apprendimento dello studente avviene il confronto mentor/tutor, con feedback nella supervisione nei contesti di apprendimento clinico.
Infine viene effettuata la discussione dei casi clinici con relativa compilazione della cartella infermieristica, con riferimento ai modelli concettuali dei teorici del nursing.


Scienze infermieristiche
Il Laureato in Infermieristica dovrà essere in grado di gestire percorsi clinico-assistenziali nei diversi ambiti di competenza della professione, adattandosi ai vari scenari derivanti dall'estrinsecazione clinica delle diverse patologie e dei diversi ambiti clinici ospedalieri e del territorio.

Strumenti didattici per sviluppare i risultati di apprendimento attesi: lezioni frontali, attività didattiche elettive, attività didattiche tutoriali, partecipazione a convegni didattici, sussidi audio visivi e multimediali, materiale didattico, informatico e cartaceo; attività formative professionalizzanti; laboratori professionali con metodologia di: 1) dimostrazione diretta e indiretta; 2) role-playing; 3) tutoring session; 4) mastery Learning-competencies-based Learning (apprendimento per padronanza); 5) apprendimento per problemi; 6) problem-Based Learning. Laboratorio di revisione della letteratura e metodologie della ricerca applicata alla professione infermieristica.
Strumenti di valutazione per accertare il conseguimento dei risultati attesi: valutazioni certificative ed esami di profitto organizzate come prove integrate per più insegnamenti o moduli coordinati. Tali verifiche sono articolate nelle tradizionali modalità dell’esame orale o scritto, anche in sequenza di prove in itinere e parziali utili a verificare le conoscenze acquisite. Con riferimento alle prove scritte gli strumenti utilizzati sono: test a risposta multipla o risposte brevi scritte, organizzati su problematiche a carattere interdisciplinare, seguiti da esami utili ad accertare le conoscenze acquisite; redazione di elaborati scritti su specifiche tematiche assegnate, prove pratiche e/o simulate durante il tirocinio: 1. Laboratori di skills; 2. OSVE (Objective Structured Video Examination); OSCE (Objective Structured Clinical Examination).
LABORATORI PROPEDEUTICI (I anno):
• Laboratorio propedeutico accoglienza e ricovero;
• Cartelle infermieristiche;
• Lavaggio mani;
• Igiene del corpo;
• Parametri vitali;
• Mobilizzazione degli assistiti;
• Movimentazione sicura dei carichi;
• Eliminazione urinaria e intestinale;
• Assistenza alla persona sottoposta ad ossigenoterapia;
• BLS-d.
LABORATORI PROFESSIONALI (I anno)
• Laboratorio di Semeiotica in Nursing;
• Laboratorio di prevenzione e gestione delle lesioni cutanee;
• Laboratorio di medicazioni e fasciature.
LABORATORI PROFESSIONALI (II anno)
• Laboratorio per la compilazione della cartella infermieristica;
• Laboratorio assistenza chirurgica;
• Laboratorio di somministrazione della terapia;
• Laboratorio prelievi: capillari, venosi, arteriosi;
• Laboratorio di revisione letteratura.

LABORATORI PROFESSIONALI (III anno)
• Laboratorio di Assistenza Chirurgica in Sala Operatoria;
• Laboratorio clinico di emodinamica ed elettrofisiologia;
• Laboratorio Stoma Care e di Wound Care;
• Laboratorio di patologia e rianimazione neonatale;
• Laboratorio ecografia dei vasi venosi periferici;
• Laboratorio di Metodologia della ricerca applicata alla professione.



Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati.
Infermiere
I laureati svolgono la loro attività professionale in strutture sanitarie, pubbliche o private, nel territorio e nell'assistenza domiciliare, in regime di dipendenza o libero-professionale; contribuiscono alla formazione del personale di supporto e concorrono direttamente all'aggiornamento professionale.
Competenze associate alla funzione.
Infermiere
Le principali funzioni dei laureati in infermieristica sono la prevenzione delle malattie, l'assistenza dei malati e dei disabili di tutte le età e l'educazione sanitaria. I laureati in infermieristica partecipano all'identificazione dei bisogni di salute della persona e della collettività; identificano i bisogni di assistenza infermieristica della persona e della collettività e formulano i relativi obiettivi; pianificano, gestiscono e valutano l'intervento assistenziale infermieristico; garantiscono la corretta applicazione delle prescrizioni diagnostico-terapeutiche; agiscono sia individualmente che in collaborazione con gli altri operatori sanitari e sociali, avvalendosi, ove necessario, dell'opera del personale di supporto.
Funzione in contesto di lavoro.
Infermiere
Nell'ambito della professione sanitaria di infermiere, i laureati sono professionisti sanitari cui competono le attribuzioni previste dal D.M. del Ministero della Sanità14 settembre 1994, n. 739 e successive modificazioni ed integrazioni; ovvero sono responsabili dell'assistenza generale infermieristica. Detta assistenza infermieristica, preventiva, curativa, palliativa e riabilitativa, è di natura tecnica, relazionale, educativa.
Descrizione obiettivi formativi specifici.
Gli obiettivi formativi specifici del corso di Laurea sono rivolti alla formazione tecnico-professionale di laureati abilitati all'esercizio della professione di Infermiere. Pertanto, nella formulazione del Progetto, è stato posto al centro lo studio teorico/pratico delle Scienze Infermieristiche, attuato sia tramite lezioni frontali, esercitazioni, laboratori didattici che attraverso il tirocinio abilitante nei settori qualificanti la professione.
Sulla scorta di questa impostazione, nell'ambito delle attività caratterizzanti è stato privilegiato l'insegnamento delle scienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche, delle discipline medico-chirurgiche di particolare interesse nel campo dell'assistenza infermieristica, per fornire le necessarie conoscenze circa le basi patologiche delle malattie, le applicazioni dei processi diagnostici e la terapia in area medico-chirurgica, nelle cronicità, in area materno infantile, in area critica e delle disabilità.
Le attività di base sono state selezionate sia nell'ottica di una preparazione di ordine generale che come supporto fondamentale allo studio delle discipline caratterizzanti la professione. In particolare, ci si è orientati verso discipline basilari per la conoscenza dell'anatomia umana, della fisiologia e delle altre discipline biomediche, senza tralasciare l'acquisizione delle nozioni fondamentali nel campo della fisica sanitaria, della statistica medica e dell'informatica. Inoltre è stata considerata la necessità di inserire discipline che consentano le conoscenze di base per l'approccio all'emergenza ed al primo soccorso.
L'evoluzione della professione, ha inoltre imposto, l'acquisizione di specifiche competenze e di capacità relazionali, ritenute necessarie per interagire con il paziente e con, in generale, tutto il sistema professionale. Per rispondere a tale esigenza il percorso formativo ha previsto insegnamenti nel campo delle scienze umane e psicopedagogiche, finalizzati appunto all'acquisizione di quei comportamenti e atteggiamenti, necessari e fondamentali per relazionarsi con la complessità del proprio ambiente lavorativo.
Completa il quadro dei contenuti ritenuti indispensabili nella formazione dell'infermiere, l'inserimento di discipline sia nell'ambito della salute pubblica, della prevenzione e dei servizi sanitari, inclusa l'attività didattica in materia di radioprotezione, che nell'ambito del management sanitario, sotto il profilo dell'economia delle aziende sanitarie e del diritto sanitario.
Infine integrano l'assetto delle attività formative del corso, l'insegnamento della lingua inglese, con particolare riferimento all'inglese scientifico, i laboratori professionali dello specifico settore scientifico disciplinare (MED/45), che si propongono di sviluppare specifiche competenze, le attività seminariali di approfondimento su tematiche di particolare interesse per la professione.