• Il corso di laurea in Economia e Management del Dipartimento di Economia, Management e Territorio (DEMeT) dell'Università degli Studi di Foggia è il risultato di un accurato progetto formativo sui temi dell’economia e della gestione delle imprese del settore privato, no-profit e della Pubblica Amministrazione, per rispondere all’evoluzione del mercato del lavoro all’interno di una società sempre più sensibile rispetto ai temi di una crescita sostenibile, inclusiva ed intelligente. Infatti, le nuove esperienze maturate in Europa e in Italia vedono un radicale cambiamento dei modelli economici, di management e di governo. A tal fine, il corso di laurea in Economia e Management presenta insegnamenti che offrono una solida conoscenza delle discipline economiche e una preparazione completa sui principi fondamentali della gestione, organizzazione, e problem solving delle aziende private, no-profit e della Pubblica Amministrazione, oltre ad un’adeguata formazione matematico-statistica e di analisi ed interpretazione dei dati per rispondere alle politiche europee, nazionali e regionali ed alle dinamiche dei mercati e delle società sostenibili.

Caratteristiche del corso
Anno accademico:
2021
Tipo di corso:
Corso di laurea
Durata:
3 anni
Classe:
L-33

Economics

CFU:
180 CFU
Organizzazione del corso
Struttura afferente:
Dipartimento di Economia, Management e Territorio
Tipo di accesso:
Libero
Codice identificativo:
1102

Programma, testi e obiettivi

Autonomia di giudizio.
Il CdL in Economia e Management mira a fornire al laureato, grazie all'ampio bagaglio di discipline economico-aziendali, giuridiche e matematico-statistiche, gli strumenti necessari per formulare teorie e decisioni in ambito economico, sia pubblico che private, a supporto delle decisioni strategiche in sistemi complessi. In particolare, il laureato e’ in grado di sviluppare adeguate capacita' critiche per la valutazione di modelli teorici alla luce delle evidenze empiriche a livello locale, nazionale ed internazionale che vengono illustrate all'interno del curriculum. Infine, grazie alla piena trasversalita' delle tematiche tra le diverse discipline, il laureato ha la capacita' di individuare, analizzare, ed interpretare i dati (inclusi gli open e big data) e le informazioni economiche e di policy per stabilire collegamenti tra vari approcci e metodologie.

Nella fasi di verifica del raggiungimento della piena autonomia di giudizio, il laureato dovra' dimostrare di aver maturato ampia esperienza di cross-fertillizzazione della conoscenza attraverso la partecipazione a seminari dipartimentali, incontri di discussione (anche tramite piattaforme e-learning) con esperti incardinati in università e centri di ricerca stranieri, lavori di gruppo ed esercitazioni, workshop, summer e winter schools; Per il raggiungimento di tali obiettivi, in vista delle prove di verifica delle singole discipline, verrà garantita la possibilita' di accedere alle banche dati economico-statistiche e giuridiche di cui il Dipartimento e l’intero ateneo sono dotati. In ogni caso nel corso delle verifiche dei singoli insegnamenti sarà valutato il livello di autonomia di giudizio raggiunto dallo studente sottoponendo quesiti che richiedano una rielaborazione, dove possibile, personale delle conoscenze e competenze acquisite. Inoltre l’elaborato finale sarà valutato anche in merito al livello di autonomia di giudizio raggiunto dal laureando.
Abilità comunicative.
L’acquisizione e il consolidamento del lessico economico-aziendale, giuridico e matematico-statistico è elemento essenziale per una efficace comunicazione dell’informazione, sia ai professionisti che alla società in generale, del laureato in Economia e Management.
Al termine del percorso formativo, il laureato avrà acquisito adeguate competenze comunicative anche attraverso la pratica della presentazione, durante le lezioni, con supporto multimediale. Inoltre, particolare importanza assume l’approfondimento del Business English che sarà particolarmente mirato all’acquisizione della specifica terminologia tecnico-scientifica propria delle discipline economiche, di management aziendale e giuridiche. Il consolidamento della lingua straniera verrà potenziato con l’esperienza formativa presso altre sedi universitarie europee con percorso analogo attraverso gli scambi di mobilita’ studentesca offerti, ad esempio, dal programma Erasmus+. Inoltre, il grado di autonomia comunicativa del laureato in Economia e Management è ulteriormente rafforzato grazie alla sua capacità di operare in team working, maturata in seguito ad una adeguata conoscenza della cultura organizzativa acquisita grazie ai tirocini formativi offerti nei contesti lavorativi delle imprese pubbliche e private del territorio. Per i motivi sopra elencati, il laureato in Economia e Management sviluppa le proprie abilità comunicative sia in forma scritta che in forma orale anche attraverso l’uso di strumenti, piattaforme multimediali e tecnologie ICT. Tali abilità saranno valutate nel corso delle verifiche intermedie e sommative, nella relazione di tirocinio curriculare e nella valutazione della prova finale.
Capacità di apprendimento.
Il laureato in Economia e Management sviluppa, al termine del periodo formativo, un’adeguata ed autonoma capacità di apprendimento, di analisi e di elaborazione individuale, anche attraverso lo studio su testi avanzati. Ciò al fine di provvedere sia alla propria carriera professionale che all’ingresso in percorsi di studi di livello superiore in ambito economico e aziendale. Inoltre, i laureati devono aver acquisito attitudini all’aggiornamento delle conoscenze e competenze nei vari ambiti disciplinari previsti dal corso di laurea.
Le capacità di apprendimento sono valutate sistematicamente durante tutte le prove d’esame dei singoli insegnamenti sia in itinere che sommative e durante la stesura e discussione dell’elaborato finale di laurea.
Conoscenza e comprensione.
AREA MATEMATICO-STATISTICA
Il laureato in Economia e Management della classe L-33 conosce i principali strumenti matematico statistici utili per un’adeguata analisi di tipo economico e finanziaria dei complessi sistemi economici sia di tipo pubblico che privato. Il laureato è in grado di comprendere e analizzare un sistema di dati complesso per ricavarne informazioni utili per assumere decisioni motivate e fondate su analisi di tipo quantitativo. Il laureato ha acquisito il linguaggio proprio delle discipline matematico-statistiche e possiede il formalismo necessario per la modellizzazione e relativa descrizione dei fenomeni economici. Le discipline matematico statistiche sono a supporto anche delle altre discipline previste nel corso di studi che utilizzano gli strumenti matematico-statistici come mezzo per la descrizione e analisi dei fenomeni studiati.
Il laureato in Economia e Management conosce le basi dell’analisi matematica in una e più variabili, della matematica finanziaria classica, dell’algebra lineare con particolare attenzione alle applicazioni economiche.
Inoltre il laureato ha acquisito le conoscenze statistiche necessarie per l’analisi dei dati sia applicando modelli teorici che utilizzando software specifici di analisi dei dati soprattutto di tipo economico e finanziario.

AREA ECONOMICA
Il laureato in Economia e Management della classe L-33 conosce le principali teorie ed applicazioni economiche utili per fornire al decisore pubblico, all’impresa privata, all’ente no-profit o alla public utility, un adeguato supporto alle decisioni che mirino al miglioramento del benessere collettivo di una società intelligente, inclusiva e sostenibile. Il laureato è in grado di comprendere e analizzare le complesse interazioni del mercato e dei suoi interlocutori, di anticiparne i trends ed investigarne i limiti, offrendo adeguate soluzioni e proposte strategiche in linea con una visione di sviluppo sostenibile locale, nazionale ed internazionale.
Il laureato ha acquisito il linguaggio proprio delle discipline economiche e possiede il background necessario per la comprensione delle interazioni mercato-agenti-società e degli attuali scenari di crescita e sviluppo al fine di uso sostenibile delle risorse umane, culturali ed ambientali. Le discipline economiche sono trasversali alle altre discipline previste nel corso di studi. Nello specifico, a quelle di tipo giuridico, per individuare il contesto istituzionale e di governance dei fenomeni economici; a quelle di tipo matematico statistico, per comprendere l’evidenza empirica e contestualizzarla al territorio ed alla società.
Il laureato in Economia e Management conosce le basi delle discipline economiche, anche alla luce delle recente letteratura internazionale con particolare attenzione alle evidenze empiriche per comprendere l’economia sostenibile, innovativa, inclusiva e intelligente in sinergia con il territorio locale, nazionale ed internazionale.

AREA GIURIDICA
I laureati in Economia e Management L 33, attraverso una preparazione giuridica di base, sia degli istituti privatistici che pubblicistici, potranno sviluppare in maniera adeguata le loro capacità di comprensione del quadro normativo di riferimento utile allo svolgimento delle attività professionali. A tale scopo essi dovranno raggiungere una sufficiente padronanza degli istituti basilari del diritto privato, del diritto dell’economia, del diritto pubblico e amministrativo e del diritto penale (specie finanziario), acquisendo cognizione e consapevolezza della normativa vigente e delle teorie che si fronteggiano il campo. In grado così di sapersi orientare sia di fronte agli indirizzi interpretativi più diffusi, sia agli indirizzi di nuova prospettazione o a riforme legislative.
Tra i risultati attesi di apprendimento, particolare rilievo assume la conoscenza delle forme di interazione pubblico-privato e, più in generale le sinergie tra il perseguimento del pubblico interesse e le dinamiche imprenditoriali
La capacità di applicare le conoscenze giuridiche saranno apprese tramite l’esame diretto delle fonti normative, lo studio della giurisprudenza e la discussione di casi di studio.
Le modalità di acquisizione delle competenze sono tutte dettagliatamente indicate nelle singole schede di insegnamento.

AREA AZIENDALE
I laureati in Economia e Management disporranno di conoscenze e competenze teoriche e applicative della gestione aziendale, dell’informativa aziendale (finanziaria e non finanziaria), sia con riferimento alle e private che alle pubbliche amministrazioni.
Tali conoscenze e competenze consentiranno loro di operare in aziende private, pubbliche amministrazioni e altri enti o organizzazioni, con la peculiare capacità di inquadrare le attività proprie dei singoli ambiti lavorativi in un contesto più generale, che tenga anche conto delle caratteristiche economiche e istituzionali nelle quali le varie strutture sono inserite.
I laureati avranno pertanto una buona conoscenza dei principi che regolano la tenuta della contabilità (generale e analitica) e saranno in grado di comprenderne le risultanze in termini di costi, ricavi e margini, relativi anche a specifici segmenti aziendali.
Le conoscenze e le competenze acquisite riguarderanno le teorie e gli strumenti di rendicontazione e di programmazione aziendale, il sistema dei budget, le interdipendenze tra i valori obiettivo in essi contenuti, il sistema di reporting direzionale e i maggiori indicatori utili per la misurazione della performance aziendale.
Le conoscenze e le competenze acquisite nei campi sopra menzionati consentiranno ai laureati di comprendere ed interpretare, oltre alle dinamiche economico-finanziarie delle aziende, anche le principali teorie per l'analisi delle scelte dei consumatori, per lo studio dei mercati dei prodotti e delle strategie di vendita, gli elementi del marketing e delle strategie aziendali di vendita.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione.
AREA MATEMATICO-STATISTICA
Il laureato in Economia e Management nella classe L-33 è in grado di applicare le conoscenze di tipo matematico-statistico a problemi concreti di natura economica e finanziaria. Grazie alle attività di problem-solving e alle attività laboratoriali, il laureato è in grado di descrive un complesso fenomeno economico partendo dalle sue variabili fondamentali ed è in grado di interpretare e utilizzare opportunamente le soluzioni ottenute dai modelli matematico-statistico applicati. Partendo da dati anche complessi e strutturati è in grado di ottenere informazioni significative sia di tipo descrittivo che di tipo previsionale. Il laureato è anche in grado di apprendere autonomamente nuove metodologie applicando le conoscenze acquisite e la capacità di analisi e studio formale di un problema reale anche ricorrendo all'uso di software di computer algebro o di analisi dei dati.
La verifica delle competenze e capacità di applicare le conoscenze avverrà attraverso le attività di verifica parziali e/o sommative, sia scritte che orali, previste nei singoli insegnamenti, come opportunamente dettagliato all’interno delle schede syllabus dei singoli insegnamenti.

AREA ECONOMICA
Il laureato in Economia e Management nella classe L-33 è in grado di applicare le conoscenze di tipo teorico ed empirico a problemi di natura complessa derivanti dalle interazioni economia, ambiente, cultura, territorio, istituzioni e società.
Grazie alle fondamentali nozioni teoriche nonché alle numerose attività pratiche di tipo quali-quantitativo applicate ad un contesto spaziale di riferimento, il laureato è in grado di descrivere la complessità del fenomeno economico partendo dai dati di contesto, ragionando sulle dinamiche esistenti tra mercati, stati, agenti ed ambiente e offrendo scenari e strategie economiche di tipo descrittivo e previsionale per il decisore pubblico, l’agente privato e i cittadini.
Tali conoscenze e capacità saranno vagliare tramite le attività di verifica, scritte ed orali, che lo studente dovrà effettuare nei seguenti insegnamenti.

AREA GIURIDICA
Le conoscenze e le competenze acquisite permetteranno ai laureati in Economia e Management L 33 di orientarsi criticamente nella realtà giuridica e sociale, oltre che economica, contemporanea. Essi saranno in particolare in grado di: individuare le fonti del diritto e la loro rilevanza e forza nell'ordinamento giuridico, anche con riferimento al contesto sovranazionale; individuare ed adattare le soluzioni offerte dall'ordinamento giuridico alle esigenze concrete che si porranno alla loro attenzione nello svolgimento dell’attività professionale; individuare ed adattare le fattispecie del diritto dell’economia alle esigenze concrete; individuare gli strumenti di partenariato pubblico-privato ed inquadrare le modalità di interazione tra imprese e soggetti pubblici; sviluppare la capacità critica per individuare i punti di debolezza delle soluzioni giuridiche adottate quindi per affrontare le stesse in maniera costruttiva e propositiva.
Tali capacità vengono stimolate nell'ambito delle attività formative dei corsi e dei seminari, e attraverso spazi di confronto con operatori del diritto.
Tali conoscenze e capacità saranno vagliare tramite le attività di verifica, scritte ed orali, che lo studente dovrà effettuare nei seguenti insegnamenti.

AREA AZIENDALE
I laureati in Economia e Management saranno in grado di applicare le conoscenze acquisite all'analisi e alla soluzione dei problemi di gestione delle imprese, delle amministrazioni e delle organizzazioni economiche. I problemi oggetto di analisi potranno riguardare l'amministrazione e il controllo delle imprese, l’analisi di bilancio e dei costi, l’organizzazione aziendale, l’innovazione, il marketing e la commercializzazione dei prodotti. I laureati saranno altresì in grado di applicare le conoscenze acquisite: all'analisi e soluzione dei problemi economici; alla valutazione delle politiche economiche in termini di coerenza tra strumenti e obiettivi; all'analisi dei costi e benefici e degli effetti distributivi delle politiche economiche; all'individuazione di imperfezioni nel funzionamento dei mercati.
Inoltre, i laureati saranno in grado di applicare la metodologia della ricerca economica; di utilizzare modelli matematici per impostare analiticamente i problemi decisionali; di utilizzare gli strumenti statistici per il trattamento dei dati e delle informazioni.
Le capacità di applicare le conoscenze di base dell'economia saranno sviluppate prevalentemente all’interno degli insegnamenti del secondo e terzo anno di corso tramite l'analisi e la discussione di problemi economici e la valutazione delle politiche e degli interventi per la loro soluzione. Per quanto riguarda gli insegnamenti di ambito aziendale, le capacità di applicare le tecniche di gestione e controllo saranno acquisite e potenziate attraverso la presentazione e discussione di casi aziendali.
Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati.
Esperto in economia e management delle risorse naturali e culturali
aziende pubbliche e private; aziende partecipate e public utilities; centri di ricerca.

Esperto in economia e management
imprese cooperative e sociali; ONLUS; ONG; Fondazioni; pubbliche amministrazioni (settore sociale, cultura e sanita'); imprese e enti privati nel settore della responsabilita' sociale d'impresa; imprese sociali non-profit e cooperative.

Esperto in amministrazione e gestione dei servizi
aziende pubbliche e private; aziende participate; public utilities; aziende del terzo settore.

Esperto in project management
aziende pubbliche e private; aziende partecipate e public utilities; enti e organizzazioni locali, regionali e nazionali.

Esperto in analisi e studi dei mercati e politiche
centri studi di aziende pubbliche e private; aziende partecipate e public utilities; aziende private e pubbliche amministrazioni, enti e organizzazioni locali, regionali e nazionali.

Esperto in partecipazione condivisa
aziende private, pubbliche e participate; enti e organizzazioni locali, regionali e nazionali; enti e organizzazioni no-profit; imprese cooperative e sociali; ONLUS; ONG; Fondazioni; amministrazioni pubbliche.

Esperto di sviluppo locale
aziende pubbliche e participate; enti e organizzazioni locali, regionali e nazionali; enti e organizzazioni no-profit; imprese cooperative e sociali; ONLUS; ONG; Fondazioni; amministrazioni pubbliche.
Competenze associate alla funzione.
Esperto in economia e management delle risorse naturali e culturali
I laureati hanno la competenza di formulare e redigere documenti tecnici per la partecipazione a progetti di finanziamento a diversi livelli di governance; di formulare proposte di gestione nelle pubbliche amministrazione ed aziende private per migliorare l'efficienza dei processi produttivi e di scambio con il mercato inerenti le risorse naturali e culturali di un territorio.

Esperto in economia e management
I laureati hanno la competenza di redigere documenti tecnici per il fundraising e fiscalita' pubblica; di formulare progetti di finanziamento a diversi livelli di governance; di amministrare e gestire i sistemi di governance non-profit.

Esperto in amministrazione e gestione dei servizi
I laureati hanno la competenza di redigere documenti per l'approvvigionamento e distribuzione dei servizi; di partecipare all'amministrazione e gestione dei servizi in sistemi di governance pubblica e privata; di predisporre documenti tecnici per l'acquisto di servizi green nei processi produttivi.

Esperto in project management
I laureati hanno la competenza di redigere documenti tecnici per il design, la gestione ed il controllo di progetti; di analizzare dati per il problem solving aziendale; di partecipare alla leadership e di comunicare al pubblico ed ai componenti dell'azienda i risultati della gestione.

Esperto in analisi e studi dei mercati e politiche
I laureati hanno la competenza di rilevare, elaborare ed analizzare i dati, inclusi open e big data, a livello micro e macroeconomico; di suggerire scenari di politiche pubbliche nazionali, regionali e comunitarie; di proporre strategie per mettere in atto gli scenari di sviluppo e di policy a tutti i livelli di governance in ambito socio-economico e giuridico.

Esperto in partecipazione condivisa
I laureati hanno la competenza di redigere documenti tecnici per favorire la partecipazione; di partecipare alla costruzione ed alla messa in atto del momento partecipativo; di usare piattaforme digitali per la facilitazione alla partecipazione.

Esperto di sviluppo locale
I laureati hanno la competenza di osservare, rilevare, acquisire e interpretare dati e indicatori socio-economici e ambientali; di supportare il decisore pubblico a redigere piani e programmi per l'inclusione sociale la promozione del turismo locale e lo sviluppo sostenibile del territorio.
Funzione in contesto di lavoro.
Esperto in economia e management delle risorse naturali e culturali
I laureati che svolgono questa funzione rilevano ed elaborano dati e costruiscono modelli di gestione integrata delle risorse naturali e culturali di un territorio; supportano il decisore pubblico; partecipano alla preparazione di gare e progetti regionali, nazionali e comunitari a salvaguardia delle matrici ambientali.

Esperto in economia e management
I laureati che svolgono questa funzione supportano le decisioni aziendali, elaborano dati, formulano proposte e partecipano alla gestione dell'impresa.

Esperto in amministrazione e gestione dei servizi
I laureati che svolgono questa funzione individuano le principali esigenze degli attori di un territorio per l’amministrazione e gestione dei servizi; provvedono all'approvvigionamento e distribuzione degli stessi all'interno del mercato.

Esperto in project management
I laureati che svolgono questa funzione pianificano, organizzano, gestiscono e controllano progetti; amministrano commesse e partecipano alla gestione dei processi di procurement.

Esperto in analisi e studi dei mercati e politiche
I laureati che svolgono questa funzione conducono ricerche teoriche e pratiche; analizzano dati e costruiscono modelli empirici per comprendere il funzionamento del mercato dei beni e dei servizi; supportano le decisioni del policy maker per individuare soluzioni atte a ridurre il gap di asimmetria informativa tra pubblico e privato e tra pubblico e cittadini e programmare adeguate politiche pubbliche micro (bottom-up) e macroeconomiche (top-down).

Esperto in partecipazione condivisa
I laureati che svolgono questa funzione facilitano alla partecipazione condivisa pubblico-privato e pubblico-cittadino e la promuovono all’interno di uno specifico contesto territoriale; supportano l’attuazione di politiche provenienti dall'alto (top-down); e favoriscono l’attuazione di politiche provenienti dal basso (bottom-up).

Esperto di sviluppo locale
I laureati che svolgono questa funzione conducono ricerche su concetti, teorie e metodi per l'implementazione di piani e politiche di sviluppo locale, coerenti con le vocazioni territoriali e la normativa (europea e nazionale) a salvaguardia dell'ambiente.
Descrizione obiettivi formativi specifici.
Il Corso di Laurea triennale in Economia e Management, attivo presso il Dipartimento di Economia, Management e Territorio (DEMeT) dell'Universita' di Foggia, appartiene alla Classe L-33 Scienze Economiche. Il CdL in Economia e Management intende formare una figura professionale nel settore pubblico e privato meglio inserita nel contesto culturale, socio-economico e territoriale attraverso:
− un'offerta didattica coordinata ed aggiornata con l'evoluzione degli attuali scenari nazionali ed internazionali;
− una precisa individuazione degli sbocchi professionali;
− una dettagliata definizione degli obiettivi formativi specifici;
− un'attenta individuazione dei fabbisogni degli stakeholders e dei principali interlocutori nazionali ed internazionali rispetto alle specifiche dotazioni offerte dai territori in termini di capitale umano, ambientale, manufatto e culturale;
− una specifica caratterizzazione delle competenze e conoscenze del laureato in Economia e Management.

La mission del Corso di Laurea triennale in Economia e Management e' quella di formare economisti e manager capaci di analizzare le relazioni ed i fenomeni passati e presenti, di supportare il decisore pubblico nella promozione di politiche di sviluppo locale e partecipativo valorizzando le vocazioni territoriali, nonche' usare le adeguate conoscenze dell'azienda pubblica, di aziende partecipate da enti pubblici e delle public utilities, atte a promuovere una attenta gestione delle risorse a disposizione della comunita' e dei territori ed alla futura evoluzione delle stesse in un'ottica di efficienza ed efficacia gestionale pubblica e privata che miri al raggiungimento di una crescita intelligente, inclusiva e sostenibile.
Le competenze richieste dal Laureato in Economia e Management saranno pertanto flessibili e spendibili nei svariati contesti del settore privato e della Pubblica Amministrazione, delle altre istituzioni e organizzazioni anche no profit, amalgamando una solida preparazione nelle discipline delle scienze economiche (declinate per aree funzionali della Pubblica Amministrazione, delle aziende private e non-profit) alla acquisizione di una eccellente padronanza degli strumenti matematico-statistici sia teorici che pratici (attraverso l'uso di adeguati software statistici ed econometrici), alle principali tecniche di management e problem solving, ai principi dell'ordinamento giuridico delle aziende private e della Pubblica Amministrazione, ai Piani e alle Strategie europee e italiane in tema di sostenibilita', economia circolare, bioeconomia, e sviluppo.
In particolare, il percorso formativo intende sviluppare una solida formazione di base per l'analisi di fenomeni complessi per garantire una gestione efficiente delle risorse economiche, umane, culturali e naturali alla luce degli attuali cambiamenti in atto. Il focus del percorso formativo e' dunque, l'azienda pubblica, gli enti e le organizzazioni territoriali, e le loro interazioni con gli agenti del territorio e dei suoi interlocutori pubblici e privati, nazionali ed internazionali quale centro di efficienza delle
risorse, dei beni e dei servizi pubblici e, quindi, di creazione di benessere per la collettivita'. Inoltre, il percorso formativo prevede l'attivazione di tirocini formativi curriculari presso aziende ed enti pubblici, aziende partecipate da enti pubblici e public utilities, locali e nazionali, istituzioni e organizzazioni territoriali. Per il raggiungimento dei fini evidenziati, l'offerta formativa del Corso di Laurea in Economia e Management prevede il conseguimento delle conoscenze fondamentali nelle seguenti aree di apprendimento:
- economia e del management delle aziende private e pubbliche;
- teoria, metodi e tecniche della matematica e delle scienze statistiche e le applicazioni di queste ai fenomeni complessi dell'economia e del management;
- programmazione e progettazione a livello macro e micro, nazionale e comunitario;
- sviluppo sostenibile, economia circolare, bioeconomia, sviluppo locale partecipativo;
- analisi dei bisogni, declinate anche in termini di formazione e gestione del personale pubblico;
- gestione efficiente delle risorse pubbliche;
- management delle aziende del settore privato e delle amministrazioni pubbliche;
- lingua inglese parlata e scritta, oltre l'italiano, applicata all'economia e al management del settore pubblico e privato;
- formazione esterna obbligatoria con tirocini formativi ed attivita' specifiche presso aziende, enti ed organizzazioni pubbliche locali, regionali, nazionali e/o internazionali (Business English);
La didattica si articolera' in soluzioni e forme diverse: lezioni frontali (in presenza e on-line), attivita' seminariali, laboratoriali, interdisciplinari, esperienze sul campo e tirocini.