• Il corso di laurea in Economia e Management dell'Università degli Studi di Foggia è il risultato di un accurato progetto formativo sui temi dell’economia e della gestione delle imprese del settore privato, no-profit e della Pubblica Amministrazione, per rispondere all’evoluzione del mercato del lavoro all’interno di una società sempre più sensibile rispetto ai temi di una crescita sostenibile, inclusiva ed intelligente. Infatti, le nuove esperienze maturate in Europa e in Italia vedono un radicale cambiamento dei modelli economici, di management e di governo. A tal fine, il corso di laurea in Economia e Management presenta insegnamenti che offrono una solida conoscenza delle discipline economiche e una preparazione completa sui principi fondamentali della gestione, organizzazione, e problem solving delle aziende private, no-profit e della Pubblica Amministrazione, oltre ad un’adeguata formazione matematico-statistica e di analisi ed interpretazione dei dati per rispondere alle politiche europee, nazionali e regionali ed alle dinamiche dei mercati e delle società sostenibili.

    Test di Valutazione della Preparazione Iniziale (T.V.P.I) e Obblighi Formativi Aggiuntivi (OFA)

Caratteristiche del corso
Anno accademico:
2024
Tipo di corso:
Corso di laurea
Durata:
3 anni
Classe:
L-33 Scienze economiche
CFU:
180
Organizzazione del corso
Struttura afferente:
Dipartimento di Economia, Management e Territorio
Tipo di accesso:
Libero
Modalità di erogazione:
Blended
Modalità di erogazione:
Blended
Codice identificativo:
1102
Coordinatore del corso:
LUCA GRILLI
Il piano degli studi

Programma, testi e obiettivi

Requisiti di ammissione Requisiti di ammissione

Per essere ammessi al Corso di laurea in Economia e Management è necessario il possesso del Diploma di scuola media superiore o altro titolo di studio conseguito all’estero riconosciuto idoneo. Inoltre, per l’accesso al corso di studio è richiesta un’adeguata preparazione nelle materie di base con particolare riferimento alla matematica, alla logica e alla comprensione del testo, nonché una buona capacità di elaborazione scritta e di esposizione orale.
La valutazione della preparazione iniziale dello studente è volta ad evidenziare eventuali "obblighi formativi aggiuntivi". Le modalità di recupero degli "obblighi formativi aggiuntivi" (ai sensi dell’art. 6, comma 1, DM 270/04) sono dettagliate nel Regolamento Didattico del Corso di Studio e sono pubblicate nel sito web del Dipartimento con congruo anticipo rispetto alla data di svolgimento della prova di valutazione della preparazione iniziale.

Obiettivi formativi Obiettivi formativi

Il Corso di Laurea triennale in Economia e Management, attivo presso il Dipartimento di Economia, Management e Territorio (DEMeT) dell'Universita' di Foggia, appartiene alla Classe L-33 Scienze Economiche. Il CdL in Economia e Management intende formare una figura professionale nel settore pubblico e privato meglio inserita nel contesto culturale, socio-economico e territoriale attraverso:
− un'offerta didattica coordinata ed aggiornata con l'evoluzione degli attuali scenari nazionali ed internazionali;
− una precisa individuazione degli sbocchi professionali;
− una dettagliata definizione degli obiettivi formativi specifici;
− un'attenta individuazione dei fabbisogni degli stakeholders e dei principali interlocutori nazionali ed internazionali rispetto alle specifiche dotazioni offerte dai territori in termini di capitale umano, ambientale, manufatto e culturale;
− una specifica caratterizzazione delle competenze e conoscenze del laureato in Economia e Management.

La mission del Corso di Laurea triennale in Economia e Management e' quella di formare economisti e manager capaci di analizzare le relazioni ed i fenomeni passati e presenti, di supportare il decisore pubblico nella promozione di politiche di sviluppo locale e partecipativo valorizzando le vocazioni territoriali, nonche' usare le adeguate conoscenze dell'azienda pubblica, di aziende partecipate da enti pubblici e delle public utilities, atte a promuovere una attenta gestione delle risorse a disposizione della comunita' e dei territori ed alla futura evoluzione delle stesse in un'ottica di efficienza ed efficacia gestionale pubblica e privata che miri al raggiungimento di una crescita intelligente, inclusiva e sostenibile.
Le competenze richieste dal Laureato in Economia e Management saranno pertanto flessibili e spendibili nei svariati contesti del settore privato e della Pubblica Amministrazione, delle altre istituzioni e organizzazioni anche no profit, amalgamando una solida preparazione nelle discipline delle scienze economiche (declinate per aree funzionali della Pubblica Amministrazione, delle aziende private e non-profit) alla acquisizione di una eccellente padronanza degli strumenti matematico-statistici sia teorici che pratici (attraverso l'uso di adeguati software statistici ed econometrici), alle principali tecniche di management e problem solving, ai principi dell'ordinamento giuridico delle aziende private e della Pubblica Amministrazione, ai Piani e alle Strategie europee e italiane in tema di sostenibilita', economia circolare, bioeconomia, e sviluppo.
In particolare, il percorso formativo intende sviluppare una solida formazione di base per l'analisi di fenomeni complessi per garantire una gestione efficiente delle risorse economiche, umane, culturali e naturali alla luce degli attuali cambiamenti in atto. Il focus del percorso formativo e' dunque, l'azienda pubblica, gli enti e le organizzazioni territoriali, e le loro interazioni con gli agenti del territorio e dei suoi interlocutori pubblici e privati, nazionali ed internazionali quale centro di efficienza delle
risorse, dei beni e dei servizi pubblici e, quindi, di creazione di benessere per la collettivita'. Inoltre, il percorso formativo prevede l'attivazione di tirocini formativi curriculari presso aziende ed enti pubblici, aziende partecipate da enti pubblici e public utilities, locali e nazionali, istituzioni e organizzazioni territoriali. Per il raggiungimento dei fini evidenziati, l'offerta formativa del Corso di Laurea in Economia e Management prevede il conseguimento delle conoscenze fondamentali nelle seguenti aree di apprendimento:
- economia e del management delle aziende private e pubbliche;
- teoria, metodi e tecniche della matematica e delle scienze statistiche e le applicazioni di queste ai fenomeni complessi dell'economia e del management;
- programmazione e progettazione a livello macro e micro, nazionale e comunitario;
- sviluppo sostenibile, economia circolare, bioeconomia, sviluppo locale partecipativo;
- analisi dei bisogni, declinate anche in termini di formazione e gestione del personale pubblico;
- gestione efficiente delle risorse pubbliche;
- management delle aziende del settore privato e delle amministrazioni pubbliche;
- lingua inglese parlata e scritta, oltre l'italiano, applicata all'economia e al management del settore pubblico e privato;
- formazione esterna obbligatoria con tirocini formativi ed attivita' specifiche presso aziende, enti ed organizzazioni pubbliche locali, regionali, nazionali e/o internazionali (Business English);
La didattica si articolera' in soluzioni e forme diverse: lezioni frontali (in presenza e on-line), attivita' seminariali, laboratoriali, interdisciplinari, esperienze sul campo e tirocini.

Risultati e competenze attese Risultati e competenze attese Descrittori di Dublino: I - Conoscenza e capacità di comprensione

Il CdL in Economia e Management della classe L-33 fornisce agli studenti una profonda e trasversale preparazione sia di tipo teorico che pratico finalizzata alla comprensione delle attuali dinamiche di una società 5.0 tra mercati, agenti e istituzioni ed alla gestione per un uso efficiente e sostenibile dei beni e delle risorse ambientali, culturali ed umane.
Per raggiungere questi obiettivi, i laureati in Economia e Management dispongono di strumenti adeguati alla comprensione:
- dei fondamenti metodologici delle discipline economiche e di management;
- delle conoscenze e della strumentazione necessaria a comprendere, spiegare e rappresentare adeguatamente i fenomeni delle attuali dinamiche economiche a livello di sistemi, risorse, mercati, imprese, istituzioni e contesti territoriali;
- delle capacità di impiegare le rappresentazioni e spiegare le interazioni tra mercati-ambiente-istituzioni-agenti per delineare i problemi di contesto, suggerire indicazioni di policy in linea con le attuali strategie nazionali ed internazionali e di comprendere le decisioni degli agenti economici in modo da impiegare correttamente i principali strumenti di analisi delle scelte al fine di un efficiente uso delle risorse a disposizione, nel tempo e nello spazio, della società e dei governi.
Le aree disciplinari del corso di laurea in Economia e Management si distinguono come segue:
1. Area economica. Gli insegnamenti dell'area economica mirano a fornire strumenti per acquisire adeguate conoscenze e competenze di basi storiche e di contesto geografico e territoriale, di metodi e concetti della teoria economica, di modelli micro e macro-economici, di etica pubblica e di economia applicata al territorio, ai mercati ed agli agenti, di politiche economiche ed ambientali; e comprensione del comportamento delle imprese sulle condizioni e l’operatività di sistemi produttivi innovativi e sostenibili, di beni, servizi e risorse con particolare attenzione alle relazioni tra sistema economico e sistema ambientale.
2. Area giuridica. Gli insegnamenti dell’area giuridica mirano a fornire, in piena interazione con gli insegnamenti delle altre aree disciplinari, adeguate capacità di comprensione della governance e del quadro normativo di riferimento tra istituzioni, mercati e agenti all’interno delle dinamiche in atto e quelle di una società in evoluzione. A tale scopo sono richieste conoscenze sugli istituti basilari del diritto privato, del diritto dell’economia, del diritto pubblico e amministrativo e del diritto penale (specie finanziario), acquisendo cognizione e consapevolezza della normativa vigente.
3. Area matematico-statistica. Gli insegnamenti dell'area matematico-statistica mirano a fornire la conoscenza dei principali strumenti, anche attraverso l’uso di software avanzati ed innovativi, a supporto delle analisi dei dati e della modellizzazione matematica per spiegare le interazioni dei complessi sistemi economici e delle dinamiche tra mercati, famiglie, agenti e territorio.
La capacità di applicare le conoscenze giuridiche saranno apprese tramite l’esame diretto delle fonti normative, lo studio della giurisprudenza e la discussione di casi di studio.
4. Area aziendale: Gli insegnamenti dell’area aziendale mirano a fornire le conoscenze e competenze teoriche e applicative della teoria e della tecnica della gestione aziendale, della teoria e della tecnica della redazione di un bilancio aziendale, sia nel caso di un'impresa privata che di un'impresa pubblica. L’obiettivo è fornire una buona conoscenza dei principi contabili nazionali (OIC) e una buona conoscenza dei principi contabili internazionali (IFRS); della contabilità analitica e saranno in grado di comprenderne le risultanze in termini di costi, ricavi e margini operativi relativi a specifici segmenti aziendali. Le capacità di applicare le tecniche di gestione e controllo saranno acquisite e potenziate attraverso la presentazione e discussione di casi aziendali.
L'acquisizione delle conoscenze e della capacità di comprensione viene verificata attraverso le prove valutative previste per ciascun insegnamento. In particolare saranno incentivate prove di verifica in itinere e sommative sia scritte che orali. All’interno dei diversi insegnamenti, compatibilmente con le specificità delle singole discipline, saranno attivati laboratori individuali e di gruppo per sviluppare maggiormente le soft skills sempre più richieste nel mondo del lavoro. Tali attività saranno oggetto di valutazione e contribuiranno alla formazione del voto finale.

II - Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Il laureato in Economia e Management e' in grado di applicare le conoscenze acquisite durante il percorso di studi alle relazioni intercorrenti tra economia, ambiente, istituzioni, mercati e agenti. Tali conoscenze consentono al laureato di mettere in pratica teorie e modelli economici, matematici e statistici nonche' i principi giuridici e le politiche nazionali ed internazionali per la comprensione delle dinamiche attualmente in atto all'interno dei mercati. Le conoscenze acquisite consentono, inoltre, di valutare criticamente /l'informazione per una corretta gestione ed un uso efficiente dei beni e delle risorse naturali, umane e culturali all'interno di una società volta a percorrere sentieri di crescita e sviluppo sostenibile.
La comprensione delle tematiche oggetto del CdL in Economia e Management e' consolidata sia attraverso l’erogazione sia di lezioni frontali che piattaforme di apprendimento virtuale (e-learning). Le lezioni comprenderanno sia aspetti teorici, che casi di studio pratici volti alla contestualizzazione dei fenomeni studiati. L'apprendimento della conoscenza e la comprensione degli argomenti trattati saranno stimolati non solo attraverso lo studio individuale ma anche dalla partecipazione alle attività seminariali, ai laboratori e agli esperimenti sul campo, ai workshop, ai convegni, alle summer e winter schools. Infine, in un'ottica di internazionalizzazione, saranno forniti numerosi approfondimenti sia da professionisti delle imprese private, delle istituzioni pubbliche ed anche da studiosi attualmente incardinati presso altre università straniere per favorire una cross-fertilizzazione di conoscenza e di idee.
Le verifiche del raggiungimento di tali obiettivi saranno soprattutto di tipo laboratoriale con prove di verifica, in itinere e sommative, di tipo scritto che prevedano anche la soluzione di casi studio, esempi pratici ed in generale le applicazioni delle conoscenze acquisite per tutte le discipline che prevedano tali modalita'.

III - Autonomia di giudizio

Il CdL in Economia e Management mira a fornire al laureato, grazie all'ampio bagaglio di discipline economico-aziendali, giuridiche e matematico-statistiche, gli strumenti necessari per formulare teorie e decisioni in ambito economico, sia pubblico che private, a supporto delle decisioni strategiche in sistemi complessi. In particolare, il laureato e’ in grado di sviluppare adeguate capacita' critiche per la valutazione di modelli teorici alla luce delle evidenze empiriche a livello locale, nazionale ed internazionale che vengono illustrate all'interno del curriculum. Infine, grazie alla piena trasversalita' delle tematiche tra le diverse discipline, il laureato ha la capacita' di individuare, analizzare, ed interpretare i dati (inclusi gli open e big data) e le informazioni economiche e di policy per stabilire collegamenti tra vari approcci e metodologie.

Nella fasi di verifica del raggiungimento della piena autonomia di giudizio, il laureato dovra' dimostrare di aver maturato ampia esperienza di cross-fertillizzazione della conoscenza attraverso la partecipazione a seminari dipartimentali, incontri di discussione (anche tramite piattaforme e-learning) con esperti incardinati in università e centri di ricerca stranieri, lavori di gruppo ed esercitazioni, workshop, summer e winter schools; Per il raggiungimento di tali obiettivi, in vista delle prove di verifica delle singole discipline, verrà garantita la possibilita' di accedere alle banche dati economico-statistiche e giuridiche di cui il Dipartimento e l’intero ateneo sono dotati. In ogni caso nel corso delle verifiche dei singoli insegnamenti sarà valutato il livello di autonomia di giudizio raggiunto dallo studente sottoponendo quesiti che richiedano una rielaborazione, dove possibile, personale delle conoscenze e competenze acquisite. Inoltre l’elaborato finale sarà valutato anche in merito al livello di autonomia di giudizio raggiunto dal laureando.

IV - Abilità comunicative

L’acquisizione e il consolidamento del lessico economico-aziendale, giuridico e matematico-statistico è elemento essenziale per una efficace comunicazione dell’informazione, sia ai professionisti che alla società in generale, del laureato in Economia e Management.
Al termine del percorso formativo, il laureato avrà acquisito adeguate competenze comunicative anche attraverso la pratica della presentazione, durante le lezioni, con supporto multimediale. Inoltre, particolare importanza assume l’approfondimento del Business English che sarà particolarmente mirato all’acquisizione della specifica terminologia tecnico-scientifica propria delle discipline economiche, di management aziendale e giuridiche. Il consolidamento della lingua straniera verrà potenziato con l’esperienza formativa presso altre sedi universitarie europee con percorso analogo attraverso gli scambi di mobilita’ studentesca offerti, ad esempio, dal programma Erasmus+. Inoltre, il grado di autonomia comunicativa del laureato in Economia e Management è ulteriormente rafforzato grazie alla sua capacità di operare in team working, maturata in seguito ad una adeguata conoscenza della cultura organizzativa acquisita grazie ai tirocini formativi offerti nei contesti lavorativi delle imprese pubbliche e private del territorio. Per i motivi sopra elencati, il laureato in Economia e Management sviluppa le proprie abilità comunicative sia in forma scritta che in forma orale anche attraverso l’uso di strumenti, piattaforme multimediali e tecnologie ICT. Tali abilità saranno valutate nel corso delle verifiche intermedie e sommative, nella relazione di tirocinio curriculare e nella valutazione della prova finale.

V - Capacità di apprendimento

Il laureato in Economia e Management sviluppa, al termine del periodo formativo, un’adeguata ed autonoma capacità di apprendimento, di analisi e di elaborazione individuale, anche attraverso lo studio su testi avanzati. Ciò al fine di provvedere sia alla propria carriera professionale che all’ingresso in percorsi di studi di livello superiore in ambito economico e aziendale. Inoltre, i laureati devono aver acquisito attitudini all’aggiornamento delle conoscenze e competenze nei vari ambiti disciplinari previsti dal corso di laurea.
Le capacità di apprendimento sono valutate sistematicamente durante tutte le prove d’esame dei singoli insegnamenti sia in itinere che sommative e durante la stesura e discussione dell’elaborato finale di laurea.