• Il Corso di Laurea in Comunicazione, Relazioni Pubbliche e Tecnologie digitali si propone di offrire agli studenti le conoscenze di base in ambito sociologico, storico, linguistico-semiologico, psico-pedagogico, politologico, geografico, economico e tecnico per orientarsi analiticamente, ma anche e soprattutto criticamente, nel mondo della comunicazione contemporanea, sia quando essa si realizza in forma di interazione classica (relazioni inter-personali, comunicazione organizzativa e istituzionale, negoziazione, conflitti) sia in ambito mediatico (media tradizionali e non, social media, comunicazione digitale, piattaforme web, ecc.). Il corso di laurea si articola su due principali assi formativi: il primo profilo si focalizzerà sulle Relazioni pubbliche e la comunicazione istituzionale, il secondo si concentrerà invece sulla Comunicazione e le tecnologie digitali. 

Caratteristiche del corso
Anno accademico:
2021
Tipo di corso:
Corso di laurea
Durata:
3 anni
Classe:
L-20

Communication

CFU:
180 CFU
Organizzazione del corso
Struttura afferente:
Dipartimento di Economia, Management e Territorio
Tipo di accesso:
Libero
Codice identificativo:
1101

Programma, testi e obiettivi

Autonomia di giudizio.
Il titolo finale di primo livello sara' conferito a studenti che abbiano sviluppato in modo adeguato sia la capacita' di valutare le fonti informative, sia quella di acquisire e rielaborare dati al fine di una personale interpretazione, indispensabile per la formazione di un senso critico individuale, equilibrato e motivato. L'integrazione dei diversi saperi resa possibile dall'impianto interdisciplinare del profilo formativo (sociologia, storia, psicologia, pedagogia, informatica, geografia, economia, ecc.), comunque accomunate dalla volonta' di orientarsi allo studio della comunicazione, costituisce una risorsa specifica che gli studenti del corso di laurea in Scienze della Comunicazione dovranno necessariamente acquisire. A tal fine, il Dipartimento, oltre a graduare nei tre anni di corso, moduli appartenenti ad aree disciplinari diverse, seppure complementari, prevede la creazione di specifici seminari transdisciplinari e Laboratori basati sul coinvolgimento, oltre che degli studenti, anche dei docenti e di esperti esterni.
La verifica dell'acquisizione di tali competenze, che avverra' costantemente nel corso del triennio attraverso le prove di esame, sara' effettuata anche sulla base della partecipazione dello studente alle altre attivita' garantite dal Dipartimento, della scelta dell'argomento da approfondire per la prova finale, oltre che dalla conseguente valutazione.
Abilità comunicative.
Per un corso della classe L-20, piu' che per altri corsi di laurea, appare indispensabile l'acquisizione di abilità comunicative sia generali che specifiche. Il titolo finale sara' infatti conferito a studenti che abbiano acquisito le conoscenze relative a questo campo di studio, ma che soprattutto siano in grado di tradurle e trasmetterle all'interno del loro futuro ambito lavorativo, valorizzando di fatto sia il piano della conoscenza della comunicazione che quello della comunicazione praticata e applicata. Tali capacita' saranno raggiunte attraverso la frequenza, in presenza e on line, e il superamento sia delle attività di base e caratterizzanti, sia di quelle affini, in particolare di quelle orientate allo sviluppo della capacita' di una corretta espressione argomentativa in relazione ai contenuti del campo di studio.
La verifica avverra' principalmente attraverso le prove d'esame, valutazioni in itinere (per esempio attraverso specifici momenti seminariali che i docenti potranno attivare) e la valutazione della prova finale.
Capacità di apprendimento.
Il titolo finale di primo livello sara' conferito a studenti che abbiano sviluppato una sufficiente capacita' di apprendimento autonomo, per intraprendere gli studi successivi o l'autoformazione e l'autoaggiornamento con un sufficiente grado di consapevolezza. L'acquisizione di tali competenze si strutturera' principalmente attraverso la scelta e la conseguente frequenza degli insegnamenti affini e delle attivita' a discrezione degli stessi studenti, che sono state inserite all'interno del percorso di formazione in modo da garantire la progressiva composizione di un percorso personalizzato all'interno di un quadro istituzionale ben riconoscibile. La verifica avverra' attraverso le prove di esame orali e/o scritte, la cui successione costituira' un ulteriore elemento indicativo ai fini della valutazione dell'autonomia dello studente.
Conoscenza e comprensione.
AREA SOCIOLOGICA
Il corso fornisce un’adeguata conoscenza della sociologia, dei suoi concetti e dei suoi approcci teorici e metodologici, per meglio inquadrare i fenomeni comunicativi dentro la dimensione sociale che è loro propria. Lo studio sociologico è infatti fondamentale per conoscere il sistema delle relazioni pubbliche, anche all’interno di organizzazioni complesse e in un contesto professionale, per sviluppare al meglio competenze, anche tecniche, inerenti la sfera delle comunicazioni pubbliche e sociali, anche attraverso le nuove tecnologie digitali.

AREA MEDIOLOGICA E DELLE SCIENZE UMANE
Seppur con differenze parziali legate alla definizione di due differenti curricula, la seguente area si concentra sull’approfondimento della dimensione mediologica e delle scienze umane in senso lato. Attraverso insegnamenti e laboratori specifici lo studente viene formato alle principali pratiche dialettiche, argomentative e negoziali necessarie a operare all’interno o per conto di organizzazioni complesse pubbliche o private. L’obiettivo è infatti quello di formare professionisti in grado di gestire i processi di relazione che imprese e organizzazioni pubbliche o private mantengono con i propri interlocutori a supporto delle vendite, per generare e gestire i brand, aumentare la visibilità e rafforzare la reputazione, ma anche per ottenere risultati in contesti negoziali sia connessi alle dinamiche di mercato che nei contesti di negoziazione politico-istituzionale in situazioni di stress sociale. Inoltre lo studente viene formato anche, attraverso specifiche attività laboratoriali, alle teorie e pratiche delle nuove forme di comunicazione sociale e digitale. L’obiettivo è infatti quello di formare laureati in possesso di un'adeguata padronanza dei paradigmi disciplinari delle scienze umane e sociali, in grado di operare nell'area delle tecnologie digitali, dei sistemi di informazione e dei diversi settori dell'industria culturale e del web con riferimento agli ecosistemi comunicativi.

AREA DELLE COMPETENZE METODOLOGICHE E LINGUISTICHE
Per entrambi i curricula sono previste acquisizioni di specifiche competenze metodologiche il cui obiettivo prioritario è quello di fornire allo studente strumenti tecnici e operativi oltre che, in alcuni casi, di ricerca per l’applicazione di competenze comunicative. Tali strumenti non vengono però concepiti come sola acquisizione di tecniche, ma vengono supportati da un’attenta riflessione sul metodo, allo scopo di consentire allo studente una loro applicazione meditata e corredata dall'acquisizione delle competenze statistiche e informatiche necessarie alla ricerca sul campo. Anche l’inglese specialistico viene concepito in questo corso come uno strumento importante non solo di comunicazione dei diversi ambiti professionali nazionali e internazionali, ma anche e soprattutto come componente fondamentale di quella cassetta degli attrezzi metodologici necessaria a chiunque si voglia muovere con disinvoltura nel mondo delle scienze della comunicazione.

AREA STORICO-SOCIALE, GIURIDICA ED ECONOMICA
La quarta area si basa su tutte quelle conoscenze di carattere storico-sociale, ma anche giuridico, economico e territoriale necessarie allo studente per inquadrare i fenomeni comunicativi dentro una cornice storico-giuridica, nazionale e internazionale, ma anche dentro un contesto territoriale necessario per chi volesse approfondire la dimensione della comunicazione e promozione dei territori. Al contempo, la dimensione organizzativa, gestionale ed economica è fondamentale per gli studenti di entrambi i curricula, ma soprattutto per chi volesse approfondire la dimensione delle relazioni pubbliche e istituzionali e della comunicazione d’impresa.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione.
AREA SOCIOLOGICA
Gli studenti acquisiscono anzitutto competenze specifiche legate alle scienze sociali. A tale aspetto il corso di laurea fornisce una attenzione particolare, dal momento che lo studio della sociologia e delle discipline demo-antropologiche è, tranne rare eccezioni, assente dalla formazione dello studente italiano proveniente dalla scuola media superiore. Attraverso lo studio della sociologia generale e di alcune sociologie specifiche, gli studenti acquisiranno competenze disciplinari che rappresenteranno il quadro concettuale di riferimento su cui articolare le ulteriori acquisizioni. Gli insegnamenti sociologici sotto evidenziati rappresentano dunque il quadro disciplinare su cui lo studente articolerà le sue conoscenze ulteriori. Le capacità di applicare le conoscenze acquisite si realizza in sede d’esame (che potrà essere scritto e/o orale) e attraverso il coinvolgimento diretto degli studenti durante le attività didattiche anche responsabilizzandoli nella organizzazione di specifiche attività seminariali.

AREA MEDIOLOGICA E DELLE SCIENZE UMANE
Pur nella differenza tra i due curricula, la logica che li guida è connessa alla necessità di fornire competenze teoriche e operative che forniscano allo studente capacità di analisi e utilizzo degli strumenti comunicativi e mediali in contesti sociali specifici. Gli apporti delle discipline specialistiche, supportate da una buona formazione anche pedagogica e comunicativa di base, oltre alla formazione interdisciplinare connessa ai due curricula, consentono allo studente di applicare le proprie competenze ai contesti sociali e professionali diversi. Le capacità di applicare le conoscenze acquisite si realizza in sede d’esame (che potrà essere scritto e/o orale) e attraverso il coinvolgimento diretto degli studenti durante le attività didattiche anche responsabilizzandoli nella organizzazione di specifiche attività seminariali.

AREA DELLE COMPETENZE METODOLOGICHE E LINGUISTICHE
La riflessione teorica sul metodo, oltre all'acquisizione di tecniche, supportata dalle competenze statistiche e dalla conoscenza di un inglese professionale consente allo studente di definire, in relazione a obiettivi conoscitivi specifici, un’adeguata consapevolezza delle pratiche comunicative. Questi diversi aspetti vanno intesi sia come aspetti autonomi, legati a bisogni di natura conoscitiva, sia come elementi conoscitivi di base per predisporre interventi di natura operativa.

AREA STORICO-SOCIALE, GIURIDICA ED ECONOMICA
Le capacità di applicare le conoscenze acquisite si realizza in sede d’esame (che potrà essere scritto e/o orale) e attraverso il coinvolgimento diretto degli studenti durante le attività didattiche, anche responsabilizzandoli, laddove possibile, nella organizzazione di specifiche attività seminariali.
Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati.
Tecnico della pubblicita'
(1) Agenzie pubblicitarie (2) Imprese, organizzazioni, societa' di consulenza che si occupano di promozione turistica (3) Uffici di comunicazione di imprese e organizzazioni pubbliche o private
(4) Uffici relazioni esterne, URP di pubbliche amministrazioni (5) Centri media.

Specialisti delle pubbliche relazioni, dell'immagine e simili (Addetto alle pubbliche relazioni ed esperto negoziatore)
(1) Imprese e societa' di consulenza che si occupano di pubbliche relazioni e organizzazione di eventi (2) Uffici di comunicazione e/o pubbliche relazioni di imprese o organizzazioni (3) Uffici relazioni esterne, URP di pubbliche amministrazioni (4) Istituzioni pubbliche e private, gruppi di interesse e di pressione (Lobby), sindacati e/o organizzazioni del terzo settore.

Tecnico della vendita e della distribuzione e l'account junior
(1) Imprese o organizzazioni che si occupano di vendita e distribuzione (2) Settori aziendali che si occupano di vendita e distribuzione, di customer care, di assistenza post-vendita (3) Uffici comunicazione e marketing di imprese o organizzazioni (4) organizzazioni pubbliche o private che si occupano di promozione turistica e territoriale.

Tecnici dell'organizzazione di fiere, convegni ed eventi culturali (Organizzatore di convegni, attivita' di promozione territoriale ed eventi culturali)
(1) Imprese e societa' di consulenza che si occupano dell'organizzazione di fiere, convegni e eventi culturali; (2) Uffici di comunicazione di imprese o organizzazioni complesse; (3) Settori della pubblica amministrazione che si occupano dell'organizzazione di fiere, convegni, eventi culturali e promozione turistica e territoriale.

Tecnico del web marketing
(1) Imprese o organizzazioni che si occupano di comunicazione web per conto terzi (2) Imprese o organizzazioni che gestiscono in proprio la loro comunicazione su siti web tradizionali e/o comunicano sui social media (3) Settori di imprese o di enti della pubblica amministrazione che gestiscono la comunicazione istituzionale dell’impresa o dell’ente su siti web tradizionali e/o sui social media e/o attraverso specifiche piattaforme di consultazione e partecipazione.

Giornalista, blogger e lavoratore nel mondo dell'editoria
(1) testate giornalistiche di carta stampata o su blog e siti web; (2) mondo dell'editoria sia classica e di nuovi prodotti culturali.
Competenze associate alla funzione.
Tecnico della pubblicita'
(1) conoscenze di base di marketing, comunicazione di massa e analisi di mercato; (2) capacita' di analizzare storie, significati e valori associati a un brand o a un prodotto; (3) competenze nell'analisi di campagne pubblicitarie e conoscenze nell'ambito dei media e dei nuovi media.

Specialisti delle pubbliche relazioni, dell'immagine e simili (Addetto alle pubbliche relazioni ed esperto negoziatore)
(1) Competenze di base nella comunicazione d'impresa e nell'analisi di campagne di comunicazione e informazione da parte di soggetti diversi (aziende, organizzazioni, istituzioni, ecc.); (2) competenze nel campo dei media, dei nuovi media, della comunicazione di massa, della comunicazione d'impresa e della comunicazione pubblicitaria; (3) competenze logico-argomentative e tecniche di negoziazione in situazioni complesse.

Tecnico della vendita e della distribuzione e l'account junior
(1) Competenze generali di marketing e comunicazione d'impresa e promozione territoriale o di prodotti; (2) competenze di psicologia della comunicazione, di tecniche della persuasione e di tecniche della comunicazione interpersonale; (3) capacita' di analisi semiotica dei testi e di problem solving.

Tecnici dell'organizzazione di fiere, convegni ed eventi culturali (Organizzatore di convegni, attivita' di promozione territoriale ed eventi culturali)
(1) Competenze di base in marketing, comunicazione d'impresa e promozione territoriale; (2) competenze di analisi dello spazio geografico e topografia; (3) competenze di psicologia della comunicazione; (4) competenze di metodi etnografici e socio-antropologici.

Tecnico del web marketing
(1) Competenze di informatica di base, di progettazione web e progettazione di pagine social; (2) competenze di comunicazione web e di scrittura di testi per il Web; (3) competenze di Internet marketing; (4) competenze di sociologia dei nuovi media, semiotica dei nuovi media, informatica umanistica; (5) competenze nella gestione e nell'uso delle piattaforme di partecipazione democratica.

Giornalista, blogger e lavoratore nel mondo dell'editoria
(1) capacita' di scrittura attraverso un linguaggio giornalistico (2) tecniche del giornalismo d'inchiesta, (3) nozioni di base di linguaggio dei/sui nuovi media digitali; (4) conoscenze di base di teorie e tecniche della comunicazione e elementi di sociologia dei fenomeni politici e culturali, oltre che conoscenze storiche, antropologiche e geografiche, (5) competenze di informatica di base, di progettazione web e progettazione di pagine social e (6) competenze di comunicazione web e di scrittura di testi per il Web.
Funzione in contesto di lavoro.
Tecnico della pubblicita'
Il tecnico della pubblicita' assiste gli specialisti: (1) nel promuovere le attivita' di mercato di una impresa o di una organizzazione; (2) nel creare un'immagine positiva dell'impresa o dell'organizzazione. Ha inoltre il compito di (3) applicare e seguire le procedure per programmare e attivare promozioni e campagne pubblicitarie di vario genere e su vari mezzi.

Specialisti delle pubbliche relazioni, dell'immagine e simili (Addetto alle pubbliche relazioni ed esperto negoziatore)
L'addetto alle pubbliche relazioni assiste gli specialisti: (1) nel cercare, selezionare, raccogliere e sistematizzare materiale informativo e/o pubblicitario favorevole all'azienda o all'organizzazione; (2) nell'organizzare e sponsorizzare eventi di particolare importanza e visibilita' per l’azienda o l'organizzazione, non necessariamente o direttamente collegati alla promozione pubblicitaria; (3) nel partecipare a negoziazioni complesse sia in ambito economico privato che in ambito politico-istituzionale.

Tecnico della vendita e della distribuzione e l'account junior
Il tecnico della vendita e della distribuzione e l'account junior assiste gli specialisti:
(1) nello sviluppo delle strategie di vendita dell'impresa o dell'organizzazione; (2) nel controllo della efficienza della rete distributiva e commerciale e nel monitoraggio delle vendite. Inoltre, (3) applicano le procedure fissate dall'azienda o dall'organizzazione per raccogliere informazioni sulle vendite e sulle attivita' di distribuzione, per analizzarle, organizzarle e presentarle in modo rilevante e significativo a specialisti e responsabili del settore.

Tecnici dell'organizzazione di fiere, convegni ed eventi culturali (Organizzatore di convegni, attivita' di promozione territoriale ed eventi culturali)
L'organizzatore di convegni, attivita' di promozione territoriale ed eventi culturali combina capacita' di auto-organizzazione e di organizzazione del lavoro altrui con una visione complessiva della comunicazione dell'impresa o organizzazione complessa in cui opera, con l'obiettivo rendere l'evento di cui ci assume l'onere organizzativo e promozionale un ingrediente rilevante di comunicazione strategica. Questo profilo professionale assiste gli specialisti: (1) nel progettare fiere, convegni e eventi culturali; (2) nell'organizzare gli spazi e gli ambienti espositivi disponibili; (3) nel gestire l’evento fieristico, convegnistico e/o culturale; (4) nell'organizzare e gestire la fruizione degli spazi e degli eventi da parte degli espositori, del pubblico e dei clienti/utenti, (5) nell'organizzare e gestire, anche dal punto di vista del media mix, la promozione del territorio.

Tecnico del web marketing
I Web communication manager, il digital media manager, il web content manager, il social media manager assistono i progettisti, gli analisti e gli sviluppatori di applicazioni web: (1) nella progettazione di siti web statici e dinamici e di pagine social; (2) nello sviluppo di siti statici e dinamici e di pagine social; (3) nella gestione e manutenzione di siti web statici e dinamici e di pagine social; (4) nell'ottimizzazione del sito e delle sua pagine per i motori di ricerca; (5) nella promozione su Internet del sito e/o della pagina social. Per completare la preparazione di ciascuno di questi profili professionali puo' essere utile frequentare anche un Master nel settore specifico che si intende approfondire, a seconda delle esigenze del mercato e/o dell’azienda in cui ci si vuole inserire (Internet marketing, social media marketing, SEO, SEM, ecc.). Un profilo specifico, sebbene connesso ai precedenti, e' quello dell'esperto della parte online dei processi partecipativi in ambito locale (bilanci partecipativi, consultazione dei cittadini, etc.) che lavora in stretto contatto con i facilitatori dei processi, con le pubbliche amministrazioni e, laddove previsto, con il city manager.

Giornalista, blogger e lavoratore nel mondo dell'editoria
Chi decide di intraprendere la carriera giornalistica sulla carta stampata e/o sui siti web o di mettere in piedi attivita' editoriali deve sviluppare (1) capacita' di scrittura attraverso un linguaggio giornalistico (2) tecniche del giornalismo d’inchiesta, (3) nozioni di base di linguaggio dei/sui nuovi media digitali; (4) conoscenze di base di teorie e tecniche della comunicazione e elementi di sociologia dei fenomeni politici e culturali, oltre che conoscenze storiche, antropologiche e geografiche, ma anche (5) competenze di informatica di base, di progettazione web e progettazione di pagine social e (5) competenze di comunicazione web e di scrittura di testi per il Web.
Descrizione obiettivi formativi specifici.
Il Corso di studio offre una formazione di base sia teorico-generale sia applicata ai principali formati, mezzi e generi della comunicazione contemporanea, connettendo i processi comunicativi ai piu' ampi processi di mutamento locale e globale in ambito sociale, culturale, politico ed economico. L'obiettivo e' che Lo/a studente/ssa impari a osservare con sguardo critico il mondo dei media contemporanei, cosi' come l'uso di diversi linguaggi e sistemi di segni in ambito interpersonale, micro e macro-sociale.

Il piano didattico prevede insegnamenti suddivisi in tre aree principali:
(1) un'area teorico-generale, in cui si offre una selezione dei concetti e delle teorie fondamentali della semiotica, delle scienze del linguaggio, della sociologia, dell'antropologia e delle scienze psico-pedagogiche. Questo permettera' agli/alle studenti/esse di orientarsi analiticamente e criticamente nel mondo della comunicazione contemporanea;
(2) un'area metodologica, in cui si offrono strumenti analitici di base per interpretare la comunicazione visiva e non, la comunicazione pubblica e politica contemporanea, le metodologie psicologiche di base per comprendere e interpretare diversi contesti di interazione sociale e negoziale (inclusi conflitti e colloqui di lavoro), competenze informatiche per il web design e l'analisi dei big data e statistiche di base per progettare ed elaborare testi digitali e contenuti destinati al web, ma anche competenze organizzative, economiche e gestionali per gli/le studenti/esse che opteranno per il curriculum in Relazioni pubbliche e comunicazione istituzionale;
(3) un'area applicativa, in cui si offrono alcune competenze di base soprattutto in inglese, per affiancare professionisti della comunicazione nel progettare in modo efficiente ed efficace testi destinati alla pubblicita', ai media tradizionali (stampa, radio, televisione) e ai nuovi media (siti web, social media, comunità virtuali), e per muoversi consapevolmente all'interno delle realtà aziendali e professionali del settore.

Ampio spazio e' riservato a insegnamenti e laboratori specifici che andranno a connotare i percorsi formativi in cui il Corso di studio si va ad articolare. Un focus particolare e' rivolto all'analisi di casi di studio e fenomeni di comunicazione concreti, tratti dal mondo delle professioni e del lavoro. Gli studenti hanno la possibilità di entrare in contatto diretto con il mondo delle professioni e del lavoro tramite laboratori ed esperienze di tirocinio con strutture pubbliche e private convenzionate.
Nell'arco dei tre anni, e a integrazione dei vari insegnamenti, si organizzano inoltre seminari e conferenze tenute da imprenditori, manager privati e pubblici e professionisti che operano nel mondo della comunicazione e dell'informazione nazionale e internazionale. Il corpo docenti stimola gli studenti singolarmente, in gruppo, o attraverso le associazioni studentesche, a organizzare attivita', conferenze e dibattiti a cui possano partecipare direttamente anche per sperimentare sul campo le nozioni apprese di logica negoziale e argomentativa, ma anche la capacita' argomentativa in contesti di dialettica conflittuale.

Gli/le studenti/esse hanno infine la possibilita' di svolgere tirocini curricolari presso aziende, organizzazioni e amministrazioni pubbliche, che permettono loro di sperimentare direttamente il contatto con il mondo del lavoro in vista della loro futura attività professionale. All'effettiva serieta' e rilevanza formativa dei tirocini svolti dagli studenti nelle aziende e nelle istituzioni pubbliche, tutti i docenti del Corso di studio, e in particolare quelli che compongono la commissione tirocini, riservano sempre una grande attenzione.
Dentro un quadro formativo omogeneo, il Corso di laurea si suddividera' in profili formativi o curricula distinti che con un focus, da un lato, sulle relazioni pubbliche e la comunicazione istituzionale; dall'altro, sulla comunicazione e le tecnologie digitali:
- Nel primo caso, l'intenzione e' quella di formare professionisti in grado di gestire i processi di relazione che imprese e organizzazioni pubbliche e private mantengono con i propri interlocutori a supporto delle vendite, per generare e gestire i brand, aumentare la visibilità e rafforzare la reputazione, ma anche per ottenere risultati in contesti negoziali sia connessi alle dinamiche di mercato che nei contesti di negoziazione politica in situazioni di stress sociale.
I nostri laureati saranno così in grado di utilizzare tutti gli strumenti della comunicazione, dalla pubblicita' tradizionale, agli eventi, ai social media, necessari a interagire con clienti, partner commerciali e industriali, istituzioni, decisori pubblici, comunita' locali, cittadini, giornalisti, media, influencer. Sono inoltre in grado di definire strategie e piani di comunicazione e valutarne i risultati.
Questo profilo formativo fornisce dunque un mix di competenze: gestione aziendale, marketing, organizzazione e diritto per comprendere il funzionamento delle aziende e delle organizzazioni pubbliche e private oltre a nozioni sociopsicologiche di logica negoziale e argomentativa e di analisi dell'opinione pubblica e delle pratiche di consumo.
Particolare attenzione viene inoltre dedicata allo sviluppo di: (1) competenze digitali necessarie nell'attuale contesto dei media; (2) padronanza dell’inglese; (3) abilita' personali di comunicazione e argomentazione; (4) competenze interculturali; (5) Conoscenza del funzionamento delle organizzazioni complesse
La didattica e' basata su una forte integrazione tra lezioni frontali, discussione di casi aziendali, esercitazioni e laboratori. La docenza e' svolta da professori universitari e da esperti provenienti dal mondo delle professioni.
L'obiettivo e' formare laureati dotati di un’adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici nell'area dei processi culturali e della comunicazione organizzativa, finalizzati alla formazione di base di professionisti con competenze nei settori delle imprese, delle istituzioni pubbliche e delle organizzazioni non profit. Fornisce ai laureati strumenti per: a) analizzare i processi comunicativi e le tecniche di informazione, nonché adeguate competenze metodologiche per elaborarli e utilizzarli; b) operare nel campo della comunicazione e della pubblicita' nelle imprese, nelle organizzazioni pubbliche e non profit, nonche' nelle agenzie di comunicazione; c) comprendere il funzionamento delle organizzazioni pubbliche e private; d) operare in contesti internazionali grazie alla conoscenza del professional and business English.
I laureati svolgeranno attivita' professionali nelle agenzie pubblicitarie, nell'area marketing e comunicazione, nell'area delle relazioni pubbliche di aziende private nazionali e internazionali, della Pubblica Amministrazione e del non profit, e in ogni altro settore nel quale risulti centrale la comunicazione applicata alle organizzazioni.
- Nel secondo caso, l'obiettivo e' quello di formare laureati in possesso di un'adeguata padronanza dei paradigmi disciplinari delle scienze umane e sociali, in grado di operare nell'area della digital communication, dei sistemi di informazione e dei diversi settori dell'industria culturale, con riferimento ai media mainstream e digitali (stampa, editoria, cinema, teatro, radio, televisione, piattaforme web, blog, social).
Gli/le studenti/esse che scelgono questo percorso formativo devono dimostrare di possedere:
(1) conoscenze necessarie per operare nel campo della comunicazione digitale, con particolare riferimento alla multimedialità e alla cross-medialita'; (2) consapevolezza delle possibili declinazioni dei processi comunicativi in ambito psicologico, semiotico-linguistico, antropologico, storico, sociologico e politologico; (3) un'adeguata comprensione delle componenti economiche e giuridiche delle forme di comunicazione applicate al settore dei media digitali, con specifica attenzione ai diritti degli utenti online; (4) competenze di base per analizzare i sistemi della comunicazione e per applicare le principali tecniche di ricerca sociale e analisi dei dati; (5) abilita' indispensabili per la scrittura e lo svolgimento di attivita' redazionali, per la produzione di testi per l'industria culturale e per la gestione e redazione di contenuti per i media digitali; abilità acquisite anche in specifici ambiti laboratoriali; (6) conoscenza dell’inglese per operare in contesti internazionali con proprieta' di linguaggio e padronanza di scrittura, acquisita anche in specifici ambiti laboratoriali.
I laureati potranno svolgere compiti professionali: nei diversi ambiti dell'industria culturale, con riferimento ai media mainstream e digitali (stampa, editoria, cinema, radio, televisione, piattaforme web, blog, social); nel settore dei beni e consumi culturali (eventi, spettacoli, musica, moda, turismo). In particolare, potranno essere impegnati nelle organizzazioni pubbliche e private, nazionali e internazionali; nell'area degli uffici stampa e del lavoro redazionale, della comunicazione pubblicitaria; della progettazione di contenuti audiovisivi e multimediali a valenza informativa, educativa e di intrattenimento.
Il corso viene erogato in modalità mista. Tale modalità consentirà agli studenti di acquisire padronanza nell’uso delle tecnologie digitali utili al conseguimento delle competenze proprie del Corso di laurea.
La didattica mista consentirà, inoltre, di migliorare la capacità di partecipazione al processo formativo da parte degli studenti e adeguare la struttura degli insegnamenti alle diverse esigenze della popolazione studentesca (studenti-lavoratori, studenti-fuori sede, studenti con disabilità). La didattica erogata a distanza sarà disponibile attraverso la piattaforma gestita dal Centro E-Learning di Ateneo (CEA).
La didattica in modalità e-learning verrà utilizzata nel maggior numero degli insegnamenti e nelle attività laboratoriali (laddove possibile).
L’esame finale di profitto della singola disciplina viene svolto esclusivamente in presenza secondo le modalità indicate nel Regolamento Didattico.