• Il Corso di Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate intende preparare professionisti nell’ambito della progettazione, della conduzione e valutazione di interventi metodologici riguardanti le attività motorie e sportive, con finalità di prevenzione e promozione del benessere fisico, psichico e sociale della persona nelle diverse età, anche al fine di rispondere ai nuovi bisogni di inclusione sociale e promozione della salute delle persone con bisogni educativi speciali.

    I laureati dovranno integrare conoscenze avanzate nelle scienze motorie con quelle di ambito biomedico, psicopedagogico, sociologico e giuridico ad esse correlate, anche in vista del ruolo interdisciplinare delle attività motorie. 
     

Caratteristiche del corso
Anno accademico:
2021
Tipo di corso:
Corso di Laurea Magistrale
Durata:
2 anni
Classe:
LM-67

Sport science for prevention and rehabilitation

CFU:
120 CFU
Organizzazione del corso
Struttura afferente:
Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale
Tipo di accesso:
Libero
Codice identificativo:
1604
Il piano degli studi
Anno di corso: 1
Obbligatori ATTIVITA' A SCELTA DELLO STUDENTE I ANNO
Anno di corso: 2
Obbligatori ATTIVITA' FORMATIVE A SCELTA DELLO STUDENTE II ANNO

Programma, testi e obiettivi

Status professionale conferito dal titolo.
Professionista esperto in attività motorie e sportive preventive e adattate
Gli sbocchi professionali per i quali il CdS fornisce una preparazione utilizzabile per l’impiego nel mondo del lavoro, riguardano le seguenti figure professionali:
(i) specialisti nell'educazione e nella formazione di soggetti diversamente abili;
(ii) istruttori di discipline sportive non agonistiche;
(iii) organizzatori di eventi e di strutture sportive;
(iv) allenatori e tecnici sportivi;
(v) atleti.
Caratteristiche prova finale.
I laureati in Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate svolgeranno una dissertazione scritta ed orale riferita ad uno o più insegnamenti svolti durante il curricolo formativo su una problematica d'interesse disciplinare o interdisciplinare. La prova finale può prevedere lo svolgimento di attività teorico-pratiche.

Conoscenze richieste per l'accesso.
I laureati in Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate dovranno dimostrare le seguenti competenze essenziali per l'accesso:
- Ambiti scientifici essenziali di riferimento per la progettazione e l'attuazione di percorsi formativi di attività motorie preventive e adattate;
- Metodologie didattiche per lo sviluppo delle capacità motorie;
- Metodologie didattiche per l'apprendimento di abilità motorie;
- Metodologie didattiche per il recupero, lo sviluppo delle capacità motorie nell'età adulta ed anziana;
- Metodologie didattiche per il recupero, lo sviluppo delle capacità motorie dei soggetti disabili;
- Metodologie per la prevenzione degli infortuni;
- Metodologie della valutazione motoria;
- Conoscenza dei sistemi e degli apparati preposti al movimento;
- Modificazioni ed adattamenti biochimici e fisiologici di sistemi ed apparati indotti dall'esercizio fisico;
- Fondamenti scientifici della psicologia dello sviluppo;
- Fondamenti di pedagogia dell'apprendimento;
- Conoscenza delle principali condizioni patologiche organiche collegate a stili di vita sedentari

L'accesso al corso di laurea magistrale in SCIENZE E TECNICHE DELLE ATTIVITÀ MOTORIE PREVENTIVE E ADATTATE è consentito a coloro che abbiano conseguito il titolo di dottore in "Scienze delle attività motorie e sportive" (L-22) o titolo equiparato che abbiano una conoscenza della lingua inglese o di altra lingua dell’Unione Europea con grado di conoscenza pari al livello B2 del Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue (QCER).
E' previsto un esame di ammissione scritto attraverso la risposta ad un questionario a risposta chiusa o a risposta aperta.
Al termine delle prove sarà compilata una graduatoria secondo il punteggio conseguito e saranno ammessi al primo anno di corso gli studenti entro il numero programmato.
Lingua/e ufficiali di insegnamento e di accertamento della preparazione.
ITALIANO
Autonomia di giudizio.
I laureati in Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate dovranno dimostrare di aver acquisito un'autonoma capacità di giudizio nell'interpretare la domanda formativa; i bisogni psicofisici dei soggetti di età e contesti socioculturali differenti; individuare modalità di cooperare con altre figure professionali per adattare i processi formativi attraverso le attività motorie e sportive. Lo studente dovrà sapere analizzare criticamente i dati quantitativi e qualitativi raccolti, in funzione della prescrizione dell'esercizio fisico per le diverse fasce di età e per le popolazioni speciali.
Le capacità di integrare le conoscenze saranno acquisite sia mediante corsi teorici sia attraverso attività pratico-esercitative.
In questo contesto, particolare rilievo viene dato alle attività di tirocinio. La valutazione dell'autonomia di giudizio conseguita è effettuata attraverso verifiche sia convenzionali sia pratiche.
Abilità comunicative.
I laureati in Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate dovranno saper
- Differenziare ed adattate la comunicazione didattica in funzione di fasce di età e bisogni motori e formativi differenti;
- Utilizzare supporti tecnici e tecnologici per l'analisi delle interazioni insegnante-allievo, per l'osservazione dei comportamenti socio-affettivi, per la verifica degli apprendimenti motori;
- Divulgare opportunamente i risultati dei protocolli di ricerca scientifica applicata finalizzati alla promozione di stili di vita fisicamente attivi
- Redigere report dei processi formativi svolti.
Le abilità comunicative saranno sviluppate anche nel corso di attività seminariali, di tirocinio e valutate specificatamente nel corso della prova finale.
Capacità di apprendimento.
I laureati in Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate dovranno saper individuare i saperi essenziali di ciascun insegnamento per ampliare i contenuti e stabilire relazioni interdisciplinari; individuare i riferimenti biblio-emerografici e le banche-dati per la formazione e l'aggiornamento continui e proseguire la formazione individuale sui temi interdisciplinari attraverso metodologie in 'in presenza' e 'a distanza'.
La valutazione di questa capacità è effettuata in tutti gli esami di profitto e, più compiutamente, nello svolgimento della prova finale.
Conoscenza e comprensione.
Discipline motorie e sportive preventive e adattate
Il conseguimento dei CFU attribuiti alle discipline motorie e sportive preventive e adattate consentirà agli studenti di saper distinguere, analizzare, applicare e valutare i principali quadri di riferimento scientifico e metodologico per ciò che attiene sia la progettazione e conduzione dei processi formativi, inerenti le attività motorie per soggetti di diverse età, i bisogni formativi ed i contesti formativi, formali (scuola) e non formali (associazioni sportive, centri fitness, centri ricreativo socio-culturali, ecc), sia la e valutazione di processo e di esito.
Gli obiettivi relativi alla conoscenza ed alla comprensione sono raggiunti attraverso il conseguimento dei crediti formativi riferiti agli insegnamenti curriculari e a scelta dello studente e all'apprendimento delle competenze conseguenti alla partecipazione dei percorsi didattici e laboratoriali teorico-pratici, sviluppati con esercitazioni, esperienze e sperimentazioni nei contesti specifici.
L'acquisizione delle conoscenze e delle capacità di comprensione sono valutate con esami di profitto e dimostrazioni di abilità proprie dell'educazione fisica e delle attività motorie adattate.

Discipline Biomediche applicate alle Attivita Motorie Preventive e Adattate
Il conseguimento dei CFU attribuiti alle discipline Biomediche applicate alle Attivita Motorie Preventive e Adattate consentira agli studenti di acquisire solide basi culturali e scientifiche nel campo delle:
(i) Scienze Biomediche, per la comprensione dei correlati fisiopatologici applicabili alle diverse attivita cliniche di contesto, anche in relazione a parametri diagnostici, utili ai fini della valutazione funzionale;
(ii) Medicina Clinica, necessarie ad individuare i bisogni preventivi e gli adattamenti funzionali del soggetto, tramite la valutazione dei dati clinici in ambito motorio, cognitivo e funzionale, per entita e significativita dei sintomi; comprendere gli eventi alla base dei processi patologici sui quali si focalizza l?intervento motorio preventivo o adattativo, in eta evolutiva, adulta o senile; sviluppare i migliori approcci metodologici, tecnici e terapeutici per la risoluzione dei problemi di salute della persona; acquisire la conoscenza delle basi scientifiche relative alle alterazioni funzionali ed alle metodologie rieducative motorie generali e specifiche, nei vari ambiti clinici specialistici (terapia fisica e riabilitativa, ortopedia e traumatologia, cardiologia, pneumologia); progettare e verificare l'intervento rieducativo, utilizzando modalita valutative oggettive e tutti gli strumenti opportuni per la risoluzione del caso, anche in relazione alle diagnosi ed alle indicazioni del medico.
Gli obiettivi di conoscenza e le capacita di comprensione sono raggiunti attraverso l'insieme degli insegnamenti e delle attivita teorico-pratiche sviluppate.
L?acquisizione delle conoscenze e delle capacita di comprensione sono valutate con esami di profitto.



Discipline Biomediche applicate alle Attività Motorie Preventive e Adattate
Il conseguimento dei CFU attribuiti alle discipline Biomediche applicate alle Attività Motorie Preventive e Adattate consentirà agli studenti di acquisire solide basi culturali e scientifiche nel campo delle:
(i) Scienze Biomediche, per la comprensione dei correlati fisiopatologici applicabili alle diverse attività cliniche di contesto, anche in relazione a parametri diagnostici, utili ai fini della valutazione funzionale;
(ii) Medicina Clinica, necessarie ad individuare i bisogni preventivi e gli adattamenti funzionali del soggetto, tramite la valutazione dei dati clinici in ambito psicomotorio, cognitivo e funzionale, per entità e significatività dei sintomi; comprendere gli eventi alla base dei processi patologici sui quali si focalizza l'intervento motorio preventivo o adattativo, in età evolutiva, adulta o anziana; sviluppare i migliori approcci metodologici, tecnici e terapeutici per la risoluzione dei problemi di salute della persona; acquisire la conoscenza delle basi scientifiche delle alterazioni funzionali e della metodologia rieducativa motoria generale e specifica, nei vari ambiti clinici specialistici (terapia fisica e riabilitativa, ortopedia e traumatologia, cardiologia, pneumologia); progettare e verificare l'intervento rieducativo, utilizzando modalità valutative oggettive e terapeutiche efficaci e tutti gli strumenti opportuni per la risoluzione del caso, anche in relazione alle diagnosi e alle indicazioni del medico.
Gli obiettivi di conoscenza e capacità di comprensione sono raggiunti attraverso l'insieme degli insegnamenti e delle attività teorico-pratiche sviluppate.


Discipline Psicopedagogiche, sociologiche e giuridiche
Al termine del percorso formativo gli studenti acquisiranno:
(i) conoscenze pedagogico-educative riguardo l’educazione alla salute, attraverso la corporeità, le attività motorie e sportive;
(ii) conoscenza degli ambiti sociologici della società contemporanea, riguardanti la struttura dei gruppi e della famiglia di oggi;
(iii) conoscenza delle funzioni sociali e psicopedagogiche del Laureato magistrale;
(iv) conoscenza del diritto, dell’organizzazione amministrativa e della giustizia amministrativa con particolare riferimento al quadro giuridico delle pratiche sportive come strumenti di prevenzione primaria nel contesto europeo ed internazionale.
Gli obiettivi di conoscenza e di comprensione sono raggiunti attraverso l'insieme degli insegnamenti e delle attività teorico-pratiche attuate.
I livelli di acquisizione saranno valutati con gli esami di profitto
Capacità di applicare conoscenza e comprensione.
Discipline motorie e sportive preventive e adattate
Al termine del percorso formativo gli Studenti saranno in grado di:
(i) individuare problematiche interdisciplinari per la progettazione-conduzione-valutazione di percorsi formativi;
(ii) progettare, coordinare e controllare, sulla base delle necessarie valutazioni motorie e funzionali, preliminari e in itinere, interventi di attività motorie e sportive, finalizzati alla promozione della salute nei diversi contesti formativi, scuole dei diversi gradi d’istruzione, associazioni sportive, centri fitness, centri di chinesiologia;
(iii) programmare, condurre e valutare attività motorie e sportive adattate per persone diversamente abili o per individui in condizioni di salute clinicamente stabilizzate, basate sulle necessarie valutazioni, preliminari e in itinere;
(iv) progettare, coordinare e svolgere funzioni di direzione tecnica delle attività fisiche adattate nelle varie discipline sportive, presso associazioni e società sportive, enti di promozione sportiva, istituzioni e centri specializzati per la prevenzione e cura delle patologie non trasmissibili;
(v) programmare, condurre e valutare attività motorie preventive, compensative ed adattate, rivolte a persone di diverse fasce di età, anche in team pluridisciplinare, in collaborazione con diversi specialisti.
La capacità di applicare le conoscenze sarà sviluppata soprattutto nell'ambito dei tirocini e delle attività teorico-pratiche.
L’acquisizione di tale capacità è valutata attraverso gli esami di profitto e attraverso le relazioni condotte sotto la guida del Docente-Tutor.

Discipline Biomediche applicate alle Attivita Motorie Preventive e Adattate
Al termine del percorso formativo gli Studenti saranno in grado di:
(i) utilizzare le conoscenze sui processi di apprendimento-insegnamento, oltre alle conoscenze in ambito psicopedagogico-metodologico e biomedico per la progettazione, conduzione e valutazione di interventi rivolti all?apprendimento di competenze motorie in eta evolutiva, allo sviluppo ed al mantenimento delle capacita motorie nelle diverse eta ed in relazione alle differenze di genere;
(ii) utilizzare le conoscenze dei processi fisiologici e patologici, oltre alle conoscenze acquisite in campo statistico per la definizione e pianificazione dell?intervento rieducativo motorio, in ambito preventivo e adattato;
(iii) valutare i bisogni di salute, i fattori di rischio, le strategie di prevenzione e gli interventi di rieducazione motoria, a tutela della salute delle persone di diverse eta;
(iii) applicare modelli statistici relativi alla metodologia della ricerca quali-quantitativa in ambito motorio preventivo ed adattato;
(iv) attuare il processo rieducativo motorio, all'interno del setting preventivo e/o adattato ricorrendo a procedure idonee alla realizzazione degli interventi motori, in relazione ad eventi patologici di varia eziologia, congenita/ acquisita.
L'applicazione di tali conoscenze si sviluppera tenendo conto di aspetti fondamentali, quali l?interazione con il contesto di vita reale delle persone, la relazione interpersonale e inter-professionale, la gestione organizzativa degli aspetti direttamente connessi alla tipologia dell?attivita svolta.
La capacita di applicare le conoscenze sara sviluppata soprattutto nell'ambito dei tirocini e delle attivita teorico-pratiche attraverso i laboratori di ricerca-azione.
L'acquisizione di tale capacita e valutata attraverso gli esami di profitto e attraverso le relazioni condotte sotto la guida del tutor.



Discipline Biomediche applicate alle Attività Motorie Preventive e Adattate
Al termine del percorso formativo gli Studenti saranno in grado di:
(i) utilizzare le conoscenze sui processi di apprendimento-insegnamento, oltre alle conoscenze in ambito psicopedagogico- metodologico e biomedico per la progettazione, conduzione e valutazione di interventi rivolti all’apprendimento di competenze motorie in età evolutiva, allo sviluppo ed al mantenimento delle capacità motorie nelle diverse età ed in relazione alle differenze di genere;
(ii) utilizzare le conoscenze dei processi fisiologici e patologici, oltre alle conoscenze acquisite in campo statistico per la definizione e pianificazione dell’intervento rieducativo motorio, in ambito preventivo e adattato;
(iii) valutare i bisogni di salute, i fattori di rischio, le strategie di prevenzione e gli interventi di rieducazione motoria, a tutela della salute delle persone di diverse età;
(iii) applicare modelli statistici relativi alla metodologia della ricerca quali-quantitativa in ambito motorio preventivo ed adattato;
(iv) attualizzare il processo rieducativo motorio, all'interno del setting preventivo e/o adattato attuando procedure idonee alla realizzazione degli interventi nelle aree della motricità, in relazione ad eventi patologici di varia eziologia, congenita acquisita.
L'applicazione di tali conoscenze si svilupperà tenendo conto di aspetti fondamentali, quali l'interazione con il contesto di vita reale delle persone, la relazione interpersonale e inter-professionale, la gestione organizzativa degli aspetti direttamente connessi alla tipologia dell’attività svolta.
La capacità di applicare le conoscenze sarà sviluppata soprattutto nell'ambito dei tirocini e delle attività teorico-pratiche attraverso i laboratori di ricerca-azione.
L'acquisizione di tale capacità è valutata attraverso gli esami di profitto e attraverso le relazioni condotte sotto la guida del tutor.

Discipline Psicopedagogiche, sociologiche e giuridiche
Al termine del percorso formativo gli studenti saranno in grado di:
(i) programmare interventi di educazione alla salute attraverso le attività corporeo motorie e sportive;
(ii) valutare le dinamiche psicopedagogiche e relazionali, correlate agli interventi rieducativi, specifici nell'ambito di competenza;
(iii) saper redigere documenti e atti amministrativi;
(iv) riconoscere le principali problematiche giuridiche, inerenti all’organizzazione e la gestione di attività motorie in ambito preventivo e/o adattato, con particolare riferimento al quadro europeo ed internazionale; (v) intervenire in maniera educativa e didattica sui disturbi motori o di apprendimento, secondo il quadro normativo vigente.
L’applicazione delle conoscenze sarà sviluppata soprattutto nell'ambito dei tirocini e delle attività teorico-pratiche.
I livelli di acquisizione saranno valutati attraverso gli esami di profitto e le relazioni prodotte sotto la guida del tutor.
Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati.
Professionista esperto in attivita motorie e sportive preventive e adattate
Gli sbocchi professionali per i quali il CdS fornisce una preparazione utilizzabile per l?impiego nel mondo del lavoro, riguardano le seguenti figure professionali:
(i) specialisti nell'educazione e nella formazione di soggetti diversamente abili;
(ii) istruttori di discipline sportive non agonistiche;
(iii) organizzatori di eventi e di strutture sportive;
(iv) allenatori e tecnici sportivi;
(v) atleti.

Professionista esperto in attività motorie e sportive preventive e adattate
Gli sbocchi professionali per i quali il CdS fornisce una preparazione utilizzabile per l’impiego nel mondo del lavoro, riguardano le seguenti figure professionali:
(i) specialisti nell'educazione e nella formazione di soggetti diversamente abili;
(ii) istruttori di discipline sportive non agonistiche;
(iii) organizzatori di eventi e di strutture sportive;
(iv) allenatori e tecnici sportivi;
(v) atleti.
Competenze associate alla funzione.
Professionista esperto in attivita motorie e sportive preventive e adattate
Le competenze associate a tali funzioni conseguono all'acquisizione di conoscenze, relative a:
(i) adattamenti delle funzioni vitali dell'organismo umano in risposta alle pratiche di attivita fisica, in relazione al genere, eta, stato di salute o condizione clinica di ciascun soggetto;
(ii) modificazioni funzionali e controindicazioni assolute e relative ai test di esercizio;
(iii) riconoscimento di soggetti che necessitano della supervisione sanitaria durante test di esercizio sottomassimale e massimale, nonche di soggetti che richiedono una valutazione sanitaria prima di impegnarsi in un programma motorio;
(iv) riconoscimento di fattori di rischio per soggetti con patologie cardiovascolari, polmonari, metaboliche e d'altra natura, e comprensione degli indicatori prognostici per soggetti ad alto rischio;
(v) riconoscimento degli effetti di tali malattie sulla prestazione fisica e la salute del soggetto durante i test e la pratica dell'esercizio fisico;
(vi) riconoscimento delle condizioni tecniche e dei sintomi clinici che impongono l'arresto di un test di esercizio;
(vii) riconoscimento dei sintomi di disadattamento e/o incapacita di fare fronte a problemi patologici o socio-ambientali che possono richiedere un consulto di operatori qualificati in campo psicologico.

Professionista esperto in attività motorie e sportive preventive e adattate
Le competenze associate a tali funzioni conseguono all'acquisizione di conoscenze, relative a:
(i) adattamenti delle funzioni vitali dell'organismo umano in risposta alle pratiche di attività fisica, in relazione al genere, età, stato di salute o condizione clinica di ciascun soggetto;
(ii) modificazioni funzionali e controindicazioni assolute e relative ai test di esercizio;
(iii) riconoscimento di soggetti che necessitano della supervisione sanitaria durante test di esercizio sottomassimale e massimale, nonché di soggetti che richiedono una valutazione sanitaria prima di impegnarsi in un programma motorio;
(iv) riconoscimento di fattori di rischio per soggetti con patologie cardiovascolari, polmonari, metaboliche e d'altra natura, e comprensione degli indicatori prognostici per soggetti ad alto rischio;
(v) riconoscimento degli effetti di tali malattie sulla prestazione fisica e la salute del soggetto durante i test e la pratica dell'esercizio fisico;
(vi) riconoscimento delle condizioni tecniche e dei sintomi clinici che impongono l'arresto di un test di esercizio;
(vii) riconoscimento dei sintomi di disadattamento e/o incapacità di fare fronte a problemi patologici o socio-ambientali che possono richiedere un consulto di operatori qualificati in campo psicologico.
Funzione in contesto di lavoro.
Professionista esperto in attivita motorie e sportive preventive e adattate
funzione in un contesto di lavoro:
Le funzioni proprie della professione, cui il Laureato magistrale e formato, riguardano:
(i) la direzione tecnica e la supervisione di programmi motori adattati ad adulti sani, adolescenti, anziani, soggetti con vizi posturali o con quadri clinici stabilizzati, riguardanti diversi organi e apparati, conoscendo le possibili complicanze che l'esercizio fisico puo comportare in ciascuna categoria e le precauzioni per prevenirle;
(ii) la programmazione e la supervisione di proposte individualizzate di esercizio fisico, basandosi su indicazioni sanitarie e dati di valutazione motorie, stabilendo tipo di esercizio, intensita, durata, frequenza, progressione, precauzioni, per un'ampia varieta di patologie croniche e di condizioni di disabilita fisica e psichica;
(iii) la valutazione dell'esercizio fisico post-riabilitativo, in termini di modalita, protocolli, misurazioni fisiologiche e risultati attesi, specifici per differenti popolazioni, inclusi soggetti con patologie cardiovascolari, polmonari, metaboliche e di altra natura in fase stabilizzata dal punto di vista clinico e riabilitativo, i bambini e gli anziani;
(iv) la pratica delle procedure per fare fronte a situazioni di emergenza cardio-respiratoria, che possono insorgere prima, durante e dopo un test di esercizio o una sessione di attivita motoria guidata;
(v) l'indicazione delle strategie comportamentali necessarie per le modificazioni degli stili di vita, comprendenti l'esercizio, l'alimentazione e i metodi di affrontare stress e malattie;
(vi) gli interventi in ambito cognitivo-comportamentali utili per migliorare l'adesione ai programmi di attivita motoria e la perseveranza nella loro prosecuzione;
(vii) l'elaborazione e l?implementazione delle metodologie e delle tecniche educative, comunicative e psico-motorie rivolte a disabili, bambini, adulti, anziani e a soggetti che necessitano di assistenza e rieducazione sociale e civile.

Professionista esperto in attività motorie e sportive preventive e adattate
funzione in un contesto di lavoro:
Le funzioni proprie della professione, cui il Laureato magistrale è formato, riguardano:
(i) la direzione tecnica e la supervisione di programmi motori adattati ad adulti sani, adolescenti, anziani, soggetti con vizi posturali o con quadri clinici stabilizzati, riguardanti diversi organi e apparati, conoscendo le possibili complicanze che l'esercizio fisico può comportare in ciascuna categoria e le precauzioni per prevenirle;
(ii) la programmazione e la supervisione di proposte individualizzate di esercizio fisico, basandosi su indicazioni sanitarie e dati di valutazione motorie, stabilendo tipo di esercizio, intensità, durata, frequenza, progressione, precauzioni, per un'ampia varietà di patologie croniche e di condizioni di disabilità fisica e psichica;
(iii) la valutazione dell'esercizio fisico post-riabilitativo, in termini di modalità, protocolli, misurazioni fisiologiche e risultati attesi, specifici per differenti popolazioni, inclusi soggetti con patologie cardiovascolari, polmonari, metaboliche e di altra natura in fase stabilizzata dal punto di vista clinico e riabilitativo, i bambini e gli anziani;
(iv) la pratica delle procedure per fare fronte a situazioni di emergenza cardio-respiratoria, che possono insorgere prima, durante e dopo un test di esercizio o una sessione di attività motoria guidata;
(v) l'indicazione delle strategie comportamentali necessarie per le modificazioni degli stili di vita, comprendenti l'esercizio, l'alimentazione e i metodi di affrontare stress e malattie;
(vi) gli interventi in ambito cognitivo-comportamentali utili per migliorare l'adesione ai programmi di attività motoria e la perseveranza nella loro prosecuzione;
(vii) l'elaborazione e l’implementazione delle metodologie e delle tecniche educative, comunicative e psico-motorie rivolte a disabili, bambini, adulti, anziani e a soggetti che necessitano di assistenza e rieducazione sociale e civile.
Descrizione obiettivi formativi specifici.
Il corso di Laurea magistrale in SCIENZE E TECNICHE DELLE ATTIVITA' MOTORIE PREVENTIVE E ADATTATE (LM 67) prosegue il percorso formativo avviato con la laurea triennale in Scienze delle Attività Motorie e Sportive, comprende e sviluppa il sistema di teorie, metodologie e contenuti operativi, afferenti prevalentemente alle scienze dell'educazione ed alle scienze biomediche ed ai loro rapporti, per la progettazione, conduzione, valutazione di attività motorie preventive ed adattate destinate a: soggetti in età evolutiva, adulti, anziani, popolazioni speciali (soggetti diversamente abili, soggetti in condizione di disabilità di situazione, tossicodipendenti, reclusi, persone affette da patologie a carico dei diversi sistemi ed apparati e che richiedono percorsi di attività motorie adattate alla loro condizione fisica ed alle loro condizioni di salute).
Obiettivi formativi:
- Riconoscere i quadri di riferimento epistemologici da cui desumere le metodologie delle attività motorie adattate;
- Analizzare il contributo delle scienze biomediche nelle attività motorie preventive e adattate;
- Analizzare il contributo delle scienze dell'educazione e delle scienze sociali alle attività motorie preventive e adattate;
- Riconoscere i bisogni formativi riferiti alle molteplici utenze (bambini, disabili, disabili di situazione, adulti, anziani, adulti amatori sportivi, ecc.)
- Progettare, condurre e valutare percorsi di attività motorie adattate per la prevenzione ed il recupero degli infortuni;
- Definire obiettivi per l'attività fisica 'adattata' per le diverse fasce d'età e bisogni cognitivi, emotivo-affettivi, sociali e motori;
- Valutare attraverso metodi differenti, osservazione sistematica, testing, uso di strumenti ed apparecchiature, il processo di apprendimento dei delle attività motorie preventive ed adattate.

Il percorso formativo si propone di fornire agli studenti conoscenze e competenze adatte alla proposizione e realizzazione d'innovazione metodologica nell'ambito delle attività motorie e sportive rivolte alle diverse età della vita e ai soggetti affetti da patologie fisiche e psichiche congenite o acquisite, a decorso cronico e impatto sulla capacità di partecipazione sociale. Il corso è, quindi finalizzato all'acquisizione di conoscenze e alla comprensione dei meccanismi anatomici, fisiologici e fisiopatologici delle principali categorie di patologie multifattoriali oggetto di stabilizzazione, necessari per la progettazione e realizzazione di attività fisiche 'adattate', finalizzate al mantenimento delle condizioni di salute raggiunte e alla prevenzione di complicanze organiche e psicologiche. L'attenzione si concentra sui difetti posturali, le sindromi dismetaboliche, le patologie croniche cardiovascolari e respiratorie, le malattie oncologiche e le conseguenze dei loro trattamenti, volto all'acquisizione dell'effettiva capacità di progettare interventi motori e sportivi specifici per queste categorie di soggetti. Gli altri insegnamenti focalizzano l'attenzione sull'attività motoria preventiva nell'età evolutiva, adulta, senile e sui metodi epidemiologici e sociologici per la valutazione della qualità della vita e degli stili di vita. Saranno previsti moduli integrativi d'insegnamento rivolti alla progettazione di attività motorie per l'età anziana, di attività motorie e sportive per soggetti diversamente abili e di attività motorie e sportive del tempo libero e in ambiente naturale.