• Il Corso di Laurea in Fisioterapia mira alla formazione tecnico-professionale del fisioterapista, figura professionale fondamentale nel campo della riabilitazione in grado di prestare la propria attività professionale in strutture sanitarie, pubbliche o private, svolgendo gli interventi di prevenzione, cura e riabilitazione nelle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori e di quelle viscerali, oltre ad attività di studio, didattica e consulenza professionale.

    La formazione del fisioterapista si basa sullo studio teorico/pratico della riabilitazione fisioterapica attraverso l'insegnamento delle scienze tecniche e delle discipline cliniche di maggior riferimento per la professione, riservando particolare attenzione alle capacità relazionali necessarie per interagire con il paziente.

  • Concorso di ammissione
    Ammissione al Corso di Laurea

    L'accesso al Corso di Laurea in Fisioterapia è a numero programmato e prevede un concorso di ammissione.

    L’iscrizione alla prova d’ammissione deve avvenire entro il 07 settembre 2021.

Caratteristiche del corso
Anno accademico:
2021
Tipo di corso:
Corso di laurea
Durata:
3 anni
Classe:
L/SNT2

Classe delle lauree in Professioni sanitarie della riabilitazione

CFU:
180 CFU
Organizzazione del corso
Struttura afferente:
Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale
Tipo di accesso:
Programmato
Codice identificativo:
1617
Il piano degli studi
Anno di corso: 1
Obbligatori
Anno di corso: 2
Obbligatori
Anno di corso: 3
Obbligatori

Programma, testi e obiettivi

Autonomia di giudizio.
Il laureato al termine del percorso di studi sarà in grado di conoscere e saper applicare, in modo autonomo, il processo fisioterapico utilizzando il ragionamento clinico, come strumento guida al criterio di scelta, all'interno delle possibili opzioni che compongono le varie fasi del processo medesimo. Tale autonomia si realizzerà tramite la capacita di rispondere efficacemente ai bisogni di salute individuale e/o collettiva, come singolo operatore o in team, optando per le migliori strategie terapeutiche, individuando gli approcci e gli strumenti idonei, effettuando raccolta dati (inclusa analisi del contesto sociale), esame del paziente, valutazione/diagnosi fisioterapica, definendo prognosi e obiettivi terapeutici a breve, medio e lungo termine, elaborando il programma terapeutico, scegliendo e applicando metodologie e tecniche fisioterapiche idonee al caso clinico (compreso l’intensità, il tempo, la tipologia di approccio tecnico professionale) secondo le migliori evidenze scientifiche possibili e reperibili e secondo linee guida internazionali ed Evidence Based; in ambito etico si manifesterà nel rispetto della normativa di riferimento, professionale, giuridica, sanitaria e deontologica.
L'autonomia di giudizio del laureato Fisioterapista si concretizzerà in modo compiuto attraverso l'uso abituale e giudizioso della comunicazione, delle conoscenze, delle abilità tecniche, del ragionamento clinico (processo diagnostico e valutativo), delle emozioni, dei valori e della riflessione nella pratica quotidiana a beneficio del singolo individuo o della comunità.
Tale abilità sarà acquisita e verificata attraverso: la discussione di casi clinici e assistenziali con relativa verifica sugli argomenti trattati, con la possibile applicazione delle evidenze scientifiche aggiornate e validate.
Abilità comunicative.
Il laureato al termine del percorso di studi dovrà essere in grado di gestire al meglio la comunicazione intesa sia come competenza nelle abilità comunicative, emozionali e relazionali, essendo questi elementi di facilitazione alla pratica fisioterapica quotidiana nel mero intento del beneficio del singolo paziente sia come capacita di instaurare una relazione terapeutica significativa con la persona e di stabilire un rapporto efficace con tutti gli altri professionisti della medesima o di altre discipline; dovrà inoltre essere capace di utilizzare gli strumenti della comunicazione in ambito sanitario dimostrando di saper compilare la cartella fisioterapica, stilare una relazione terapeutica, progettare un intervento fisioterapico ecc., comunicando in forma verbale e scritta in modo chiaro, conciso e professionale, tecnicamente e grammaticalmente accurato, anche sapendo tradurre il linguaggio tecnico in maniera comprensibile anche ai non addetti ai lavori; dovrà essere in grado di comunicare in modo appropriato nei contesti scientifici internazionali, per veicolare idee, problemi e relative soluzioni. Tali capacita verranno acquisite e verificate attraverso incontri con pazienti, tutor ed assistenti, favorendo la partecipazione attiva degli studenti, attraverso le attività di lavoro in equipe multidisciplinari e di report finale.
Capacità di apprendimento.
Il laureato Fisioterapista sarà in grado di condurre un'auto-valutazione del proprio livello formativo in modo da mantenere il proprio sapere al più alto livello richiesto per la pratica professionale e progettare percorsi di auto-formazione per implementare le proprie competenze, con particolare riferimento all' Evidence Based Practice in ambito riabilitativo e fisioterapico.
Nei tre anni acquisiranno capacita di apprendimento e competenze tali da consentire, al termine del percorso, il proseguimento degli studi, che prevedono una laurea magistrale di Classe LM/SNT/02, corsi di perfezionamento scientifico e di alta formazione permanente e ricorrente (master di 1° e 2° livello, corsi di perfezionamento), corsi di aggiornamento e approfondimento (Educazione Continua in Medicina), con elevato grado di autonomia.
Questa capacita sarà sviluppata e verificata con la preparazione degli esami, con la frequenza e la relativa valutazione del tirocinio, nel quale viene coniugata la teoria con la pratica, con l'uso critico della letteratura scientifica e della bibliografia anche per la preparazione della prova finale.
Strumenti didattici: attività d'aula, seminari, laboratori di simulazione, tirocinio.
Conoscenza e comprensione.
Area Scienze Biomediche e Propedeutiche
Al termine del percorso formativo i laureati in Fisioterapia dovranno conseguire solide conoscenze culturali e scientifiche nel campo delle:
a) Scienze propedeutiche e biomediche, per la comprensione della morfologia, della funzionalità e delle funzioni biologiche integrate degli organi e degli apparati umani, dello sviluppo motorio e psicomotorio, dei fenomeni fisiologici e fisici, anche in correlazione con le dimensioni statistiche, sociali e ambientali della malattia. Si realizzerà il costrutto della professione anche tramite competenze che consentiranno l'apprendimento dei concetti fondamentali delle scienze umane e del comportamento, dell'etica e della deontologia professionale, di eziologia e patogenesi delle malattie, di biochimica e patologia clinica, di trattamento della persona, in stretta interazione con le discipline caratterizzanti il CdL;
b) dell’informatica e dell’inglese scientifico nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali e la comprensione della letteratura scientifica internazionale.
Strumenti didattici per sviluppare i risultati di apprendimento attesi: lezioni frontali, seminari, attività didattiche elettive, attività didattiche tutoriali, sussidi audio visivi e multimediali, materiale didattico, informatico e cartaceo.



Area Scienze della Prevenzione, Servizi Sanitari e Management
Al termine del percorso formativo i laureati in Fisioterapia dovranno acquisire le conoscenze necessarie nel campo:
a) delle Scienze della prevenzione dei servizi sanitari per conseguire la capacità di analisi dei problemi di salute del singolo e/o di una comunità e le risposte dei servizi sanitari e socio assistenziali ai principali bisogni dei cittadini, oltre alla conoscenza dei principi della radioprotezione e delle principali metodiche di diagnostica per immagini utili alla programmazione di un intervento fisioterapico;
b) del Management Sanitario sotto il profilo della comprensione dei principali istituti giuridici del diritto del lavoro e del diritto amministrativo in riferimento al quadro normativo d’interesse.
Strumenti didattici per sviluppare i risultati di apprendimento attesi: lezioni frontali, seminari, attività didattiche elettive, attività didattiche tutoriali, sussidi audio visivi e multimediali, materiale didattico, informatico e cartaceo.


Area delle Scienze medico-chirurgiche ed Interdisciplinari cliniche
I laureati in Fisioterapia, al termine del percorso formativo, dovranno conseguire solide conoscenze nel campo delle discipline medico-chirurgiche per la comprensione degli elementi fisio � patologici e terapeutici applicabili alle diverse situazioni cliniche alla base dei processi patologici sui quali si focalizza l'intervento riabilitativo e/o terapeutico, in età evolutiva, adulta o geriatrica; apprendere gli approcci terapeutici, tecnici e metodologici, per la risoluzione dei problemi di salute della persona assistita ed acquisire le basi scientifiche delle alterazioni funzionali e della metodologia riabilitativa generale e specifica nei vari settori specialistici in relazione a parametri diagnostici.
Strumenti didattici per sviluppare i risultati di apprendimento attesi: lezioni frontali, seminari, attività didattiche elettive, attività didattiche tutoriali, sussidi audio visivi e multimediali, materiale didattico, informatico e cartaceo.



Area delle Scienze della Fisioterapia
I laureati in Fisioterapia, al termine del percorso formativo, dovranno conseguire solide basi culturali e scientifiche necessarie ad individuare i bisogni preventivi e riabilitativi della persona tramite la valutazione dei dati clinici in campo motorio, psicomotorio, cognitivo-comportamentale e funzionale, per entità e significatività dei sintomi disabilitanti; per comprendere i costituenti che sono alla base dei processi patologici sui quali si focalizza il progetto e l'intervento riabilitativo, in età evolutiva, adulta ed involutiva per sviluppare i migliori approcci terapeutico-riabilitativi, tecnici e metodologici per la risoluzione dei problemi di salute della persona con disabilità; acquisire le basi scientifiche delle alterazioni funzionali e della metodologia riabilitativa generale e specifica nei vari settori specialistici (patologie a responsabilità neurologica, ortopedica e traumatologica, cardiovascolare, pneumologica, oncologica, infettivologica e dell’area materno - infantile);
Le forme didattiche previste comprendono lezioni frontali, seminari, gruppi di lavoro e discussione su tematiche pertinenti agli obiettivi del percorso formativo. All'attività didattica tradizionale si affianca l'attività di tirocinio guidato presso servizi sanitari specialistici ed altre strutture di rilievo scientifico e di valenza per il soddisfacimento degli obiettivi formativi. In particolare, il Tirocinio professionalizzante e le attività di laboratorio didattico sono articolate secondo un piano triennale nel quale gli studenti operano sotto la supervisione di Tutors; la verifica dell'acquisizione delle abilità professionali avviene sistematicamente tramite un libretto che ne certifica la presenza e una Scheda di valutazione denominata “Core Values”, che misura atteggiamenti, comportamenti e abilità generali, al termine di ogni esperienza di tirocinio.
Nel corso del 1° anno, lo studente deve acquisire
- competenze necessarie ad un approccio del paziente nella sua complessità;
- competenza nella capacità di comprendere, apprendere e utilizzare progressivamente le tecniche basilari massoterapiche e kinesiterapiche;
- conoscenza pratica della terapia strumentale e sue applicazioni;
- i principi, i paradigmi e i modelli che guidano l’esercizio professionale.
Nel corso del 2° anno lo studente deve acquisire la competenza nella conoscenza e nella capacità di comprendere e apprendere e nell’utilizzare progressivamente :
- conoscenze tecnico-pratiche che gli permettano di conseguire progressivamente una consapevole e responsabile autonomia professionale - conoscenze degli interventi Riabilitativi nelle diverse patologie - capacità di collaborazione con l’equipe Medico-Riabilitativa
- conoscenza del malato ospedalizzato-ambulatoriale e l’interazione con lo stesso - conoscenza e capacità di somministrazione / utilizzazione di scale di valutazione e di formulazione della cartella clinico Riabilitativa.
- competenza nelle abilità comunicative emozionali e relazionali, essendo questi elementi di facilitazione alla pratica fisioterapica quotidiana nel mero intento del beneficio del singolo paziente. - La competenza nell’autonomia di giudizio sul proprio operato e su se stessi.
Nel corso del 3° anno, lo studente deve completare l’autonomia professionale nella/e:
- Valutazione fisioterapica e problematiche Riabilitative - Programmazione dell’intervento fisioterapico Riabilitativo
- Applicazione delle tecniche terapeutiche
- Formulazione ed Impostazione di protocolli Riabilitativi e obiettivi terapeutici preventivi che in patologie conclamate nell’ambito di un progetto Riabilitativo
- Dinamiche relazionali professionali interdisciplinari e multidisciplinari sia in regime di dipendenza che libero- professionale.
- Conoscenza del paziente ambulatoriale sia in fase sub-acuta che cronica.
- competenza nelle abilità comunicative emozionali e relazionali, essendo questi elementi di facilitazione alla pratica fisioterapica quotidiana nel mero intento del beneficio del singolo paziente.
- La competenza nell’autonomia di giudizio sul proprio operato e su sè stessi.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione.
Area Scienze Biomediche e Propedeutiche
L'insieme delle conoscenze che saranno acquisite dal laureato durante il percorso formativo, costituiranno il bagaglio culturale, scientifico e relazionale di base necessario ad acquisire la piena competenza professionale, e a comprendere, affrontare e gestire gli eventi patologici che richiedono l'intervento riabilitativo e/o terapeutico in tutte le fasce d'età.
Al termine del corso di studio i laureati in Fisioterapia saranno in grado, nell'ambito della pratica professionale e nella definizione dei programmi riabilitativi, di:
- utilizzare le conoscenze della morfologia umana e dei processi funzionali, fisiologici e patologici oltre alle conoscenze acquisite in campo statistico per la formulazione della diagnosi e la definizione e pianificazione dell’intervento fisioterapico;
- valutare le dinamiche di interesse psicopedagogico e relazionali correlate agli interventi riabilitativi specifici nell'ambito di competenza;
- utilizzare le conoscenze informatico-linguistiche per la ricerca clinica applicata, per l’aggiornamento e gli scambi professionali.

Strumenti di valutazione per accertare il conseguimento dei risultati attesi: valutazioni certificative ed esami di profitto organizzate come prove integrate per più insegnamenti o moduli coordinati. Tali verifiche sono articolate nelle tradizionali modalità dell’esame orale o scritto, anche in sequenza di prove in itinere e parziali utili a verificare le conoscenze acquisite. Con riferimento alle prove scritte gli strumenti utilizzati sono: test a risposta multipla o risposte brevi scritte, organizzati su problematiche a carattere interdisciplinare, seguiti da esami utili ad accertare le conoscenze acquisite; redazione di elaborati scritti su specifiche tematiche assegnate.


Area Scienze della Prevenzione, Servizi Sanitari e Management
Al termine del percorso formativo i laureati in Fisioterapia saranno in grado di valutare i bisogni di salute, i fattori di rischio, le strategie di prevenzione e gli interventi a tutela della sicurezza del lavoratore, l’igiene e il benessere nell’ambiente di lavoro con particolare riguardo alla prospettiva della prevenzione e alla gestione integrata dei rischi professionali, oltre che utilizzare nella pratica professionale le conoscenze acquisite relative ai principali istituti del diritto del lavoro e del diritto amministrativo.
Strumenti di valutazione per accertare il conseguimento dei risultati attesi: valutazioni certificative ed esami di profitto organizzate come prove integrate per più insegnamenti o moduli coordinati. Tali verifiche sono articolate nelle tradizionali modalità dell’esame orale o scritto, anche in sequenza di prove in itinere e parziali utili a verificare le conoscenze acquisite. Con riferimento alle prove scritte gli strumenti utilizzati sono: test a risposta multipla o risposte brevi scritte, organizzati su problematiche a carattere interdisciplinare, seguiti da esami utili ad accertare le conoscenze acquisite; redazione di elaborati scritti su specifiche tematiche assegnate.


Area delle Scienze medico-chirurgiche ed Interdisciplinari cliniche
Al termine del percorso formativo i laureati in Fisioterapia saranno in grado di applicare le nozioni riguardanti i principi fisiopatologici, semeiotici e terapeutici delle patologie in area medica e chirurgica, contestualizzate nell'area della riabilitazione, oltre ai concetti basilari relativi al pronto soccorso, emergenza ed urgenza. I laureati, inoltre, acquisiranno i principi fondamentali dei settori medici e chirurgici più specialistici, coerenti con l’ambito professionale di riferimento.
Strumenti di valutazione per accertare il conseguimento dei risultati attesi: valutazioni certificative ed esami di profitto organizzate come prove integrate per più insegnamenti o moduli coordinati. Tali verifiche sono articolate nelle tradizionali modalità dell’esame orale o scritto, anche in sequenza di prove in itinere e parziali utili a verificare le conoscenze acquisite. Con riferimento alle prove scritte gli strumenti utilizzati sono: test a risposta multipla o risposte brevi scritte, organizzati su problematiche a carattere interdisciplinare, seguiti da esami utili ad accertare le conoscenze acquisite; redazione di elaborati scritti su specifiche tematiche assegnate.


Area delle Scienze della Fisioterapia
Al termine del percorso formativo i laureati in Fisioterapia saranno in grado di:
- progettare e verificare l'intervento fisioterapico utilizzando modalità valutative oggettive (scale di valutazione e classificazione della disabilità) e terapeutiche efficaci, e tutti gli strumenti opportuni per la risoluzione più appropriata dell’esito disabilitante (tecniche riabilitative specifiche, terapie fisiche, terapie manuali, psicomotorie ed occupazionali proponendo, l'eventuale uso di ortesi, protesi e ausili), anche in relazione alle diagnosi e alle indicazioni nell’ambito del lavoro del Team riabilitativo;
- applicare il processo fisioterapico, all'interno del setting riabilitativo, sia in forma simulata che sul paziente, adottando anche la metodologia del problem - solving (ragionamento clinico) e mettendo in atto le procedure fra loro correlate che permettono la realizzazione degli interventi di cura e riabilitazione nelle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori e di quelle viscerali conseguenti a eventi patologici a varia eziologia congenita od acquisita. L'applicazione delle conoscenze si svilupperà tenendo conto di aspetti fondamentali quali l'interazione con il contesto di vita reale delle persone, la relazione interpersonale ed inter-professionale, la gestione organizzativa degli aspetti direttamente connessi alla tipologia del lavoro svolto.
Strumenti di valutazione per accertare il conseguimento dei risultati attesi: valutazioni certificative ed esami di profitto organizzate come prove integrate per più insegnamenti o moduli coordinati. Tali verifiche sono articolate nelle tradizionali modalità dell’esame orale o scritto, anche in sequenza di prove in itinere e parziali utili a verificare le conoscenze acquisite. Con riferimento alle prove scritte gli strumenti utilizzati sono: test a risposta multipla o risposte brevi scritte, organizzati su problematiche a carattere interdisciplinare, seguiti da esami utili ad accertare le conoscenze acquisite; redazione di elaborati scritti su specifiche tematiche assegnate.
La valutazione delle attività pratiche e di tirocinio clinico avviene attraverso prove annuali, certificative standardizzate e appositamente strutturate, secondo un approccio multi metodo in relazione agli obiettivi di apprendimento previsti per la valutazione delle competenze professionali e metodologiche.
Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati.
FISIOTERAPISTA
Il Fisioterapista trova collocazione nell'ambito del Sistema Sanitario Nazionale (S.S.N.) e Regionale (S.S.R.), nelle strutture private accreditate e convenzionate con il S.S.N., Cliniche universitarie, Case di cura, Strutture e Centri di riabilitazione, Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA), Stabilimenti termali e Centri benessere, Centri diurni, Strutture protette, Domicilio, Ambulatori medici e/o ambulatori polispecialistici, Presso Enti di ricerca.
Inoltre, in base alla normativa in vigore, il Fisioterapista può svolgere attività libero professionale in studi professionali individuali o associati, associazioni e società sportive nelle varie tipologie, cooperative di servizi, organizzazioni non governative (ONG), servizi di prevenzione pubblici e privati e qualsiasi ambito ove è richiesta la competenza del fisioterapista.
E’ possibile prevedere che ci possa essere la necessità di un incremento a livello del SSN e SSR della figura del Fisioterapista per esigenze relative ai problemi prioritari di salute riferite a patologie cardiovascolari, dell’apparato locomotore per traumatismi in generale o anche legati all’ambito lavorativo, a patologie respiratorie in relazione all’inquinamento ambientale e agli stili di vita, per i quali la figura del Fisioterapista risulta essenziale nel processo di recupero funzionale e di miglioramento della qualità della vita.
I professionisti laureati in fisioterapia potranno frequentare le Lauree Magistrali, Master, Micro-credentials/faculty e Dottorati di ricerca indirizzati ad acquisire ulteriori conoscenze e competenze in ambito sia Riabilitativo che del Management Sanitario.
Competenze associate alla funzione.
FISIOTERAPISTA
I laureati in Fisioterapia acquisiscono competenze professionali disciplinate dalla normativa nazionale, in quanto il titolo è immediatamente abilitante all’esercizio della relativa professione sanitaria. Pertanto, essi possono immediatamente utilizzare le competenze acquisite per entrare nel mondo del lavoro come fisioterapisti in strutture sanitarie pubbliche e private.
Per lo svolgimento delle competenze professionali, sono richieste specifiche conoscenze e capacità di utilizzare il ragionamento clinico in tutti gli ambiti di intervento del fisioterapista:, ortopedico- traumatologico, neurologico, geriatrico, cardio-respiratorio, pediatrico, sportivo, della riabilitazione del pavimento pelvico e di ogni altro ambito specialistico.

Sono inoltre richieste adeguate competenze di tipo comunicativo-relazionale, rappresentate dal “core values” del fisioterapista costituito dall’acquisizione di valori quali il senso del dovere e integrità, responsabilità, empatia, eccellenza e dedizione; autonomia professionale nella: - Valutazione fisioterapica e problematiche Riabilitative - Programmazione dell’intervento fisioterapico Riabilitativo - Applicazione delle tecniche terapeutiche - Formulazione ed Impostazione di protocolli Riabilitativi e obiettivi terapeutici preventivi in patologie conclamate nell’ambito di un progetto Riabilitativo - Dinamiche relazionali professionali interdisciplinari e multidisciplinari sia in regime di dipendenza che libero-professionale- Conoscenza del paziente ambulatoriale sia in fase sub-acuta che cronica - Competenza organizzativo-gestionale e di programmazione in accordo con le modalità organizzative e di lavoro adottate con i principali interlocutori (colleghi, altri professionisti, utenti e pazienti);- Capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo, per adeguare il proprio sapere al progresso della ricerca scientifica e professionale.
Funzione in contesto di lavoro.
FISIOTERAPISTA
Il Fisioterapista è un professionista sanitario cui competono le attribuzioni culturali e professionali previste D.M. 14 settembre 1994, n. 741 pubblicato su G.U. n.6 del 9.1.1995 concernente il “Profilo professionale del Fisioterapista”.
ai sensi dell’articolo 6, comma 3 del Decreto Legislativo 30 dicembre 1992 n° 502 e successive modificazioni ed integrazioni, ai sensi della Legge 26 febbraio 1999 n° 42 ed ai sensi della Legge 10 agosto 2000 n° 251:
1. E’ individuata la figura del Fisioterapista con il seguente profilo: il Fisioterapista è l’operatore sanitario, in possesso del diploma universitario abilitante, che svolge in via autonoma, o in collaborazione con altre figure sanitarie, gli interventi di prevenzione, cura e riabilitazione nelle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori, e di quelle viscerali conseguenti a eventi patologici, a varia eziologia, congenita od acquisita.
Il Fisioterapista svolge con titolarità ed autonomia professionale, nei confronti dei singoli individui e della collettività, attività dirette alla prevenzione, alla cura, alla riabilitazione e a procedure di valutazione funzionale, al fine di espletare le competenze proprie previste dal profilo professionale. Il laureato in Fisioterapia è dotato di un’adeguata preparazione nelle discipline di base, tale da consentirgli sia la migliore comprensione dei più rilevanti elementi che sono alla base dei processi patologici sui quali si focalizza l’intervento riabilitativo e/o
terapeutico in età evolutiva, adulta e geriatrica, sia la massima collaborazione con il medico e con gli altri laureati della classe o di altre classi dell’area tecnico-sanitaria.
2. In riferimento alla diagnosi ed alle prescrizioni del medico, nell’ambito delle proprie competenze, il fisioterapista:
a. elabora, anche in équipe multidisciplinare, la definizione del programma di riabilitazione volto all’individuazione ed al superamento del bisogno di salute del disabile;
b. pratica autonomamente attività terapeutica per la rieducazione funzionale delle disabilità motorie, psicomotorie e cognitive utilizzando terapie fisiche, manuali, massoterapiche e occupazionali;
c. propone l’adozione di protesi ed ausili, ne addestra all’uso e ne verifica l’efficacia;
d. verifica le rispondenze della metodologia riabilitativa attuata agli obiettivi di recupero funzionale.
3. Svolge attività di studio, didattica e consulenza professionale, nei servizi sanitari ed in quelli dove si richiedono le sue competenze professionali;
Il fisioterapista, attraverso la formazione complementare, integra la formazione di base con indirizzi di specializzazione nel settore della psicomotricità e della terapia occupazionale
4. Il raggiungimento delle competenze professionali si attua attraverso una formazione teorica e pratica che include anche l'acquisizione di competenze comportamentali, conseguite anche nel contesto lavorativo specifico del proprio profilo, così da garantire, al termine del percorso
formativo la piena padronanza di tutte le necessarie competenze e la loro immediata spendibilità nell'ambiente di lavoro. Il percorso formativo viene definito con decreto del Ministero della sanità e si conclude con il rilascio di un attestato di formazione specialistica che costituisce titolo preferenziale per l’esercizio delle funzioni specifiche nelle diverse aree, dopo il superamento di apposite prove valutative.
Descrizione obiettivi formativi specifici.
Gli obiettivi formativi specifici di questo corso di Laurea sono rivolti alla formazione tecnico-professionale di laureati abilitati all'esercizio della professione di Fisioterapista, il loro raggiungimento si realizza attraverso un apprendimento teorico e pratico rivolto alla specificità della professione, comprendenti discipline fondanti gli ambiti culturali internazionali.
Nella formulazione del Progetto la priorità è rappresentata dallo studio teorico/pratico delle Scienze Riabilitative Fisioterapiche, che si attua sia tramite lezioni frontali, esercitazioni, laboratori didattici che Tirocinio professionalizzante nei settori qualificanti la Fisioterapia, come la riabilitazione dell'apparato muscolo scheletrico, neuromotorio, cardio-respiratorio e viscerale, in tutte le fasce d'età’.
La competenza e la capacità relazionale necessarie ad interagire con il paziente e il sistema professionale viene sviluppata tramite gli insegnamenti delle scienze umane e psicopedagogiche finalizzate all'acquisizione di quei comportamenti e atteggiamenti, necessari e fondamentali per relazionarsi con il paziente / cliente.
Le attività di base sono state scelte nell'ottica di una preparazione di ordine generale in vista di un'applicazione in ambito riabilitativo. In particolare ci si è orientati verso discipline basilari per la conoscenza dell'anatomia umana, della fisiologia dei sistemi di movimento e altre discipline correlate ai sistemi di moto, anche in ambito fisiopatologico. Inoltre è stata considerata la necessità di inserire discipline che consentano conoscenze di base per l'approccio all'emergenza ed al primo soccorso.
Nelle attività caratterizzanti sono state privilegiate discipline di ambito fisioterapico senza tralasciare tuttavia ambiti di patologia medica e chirurgica di interesse fisioterapico (neurologia, ortopedia, malattie dell'apparato cardio-circolatorio etc.). Sono state inoltre selezionati insegnamenti di impronta manageriale e di salute pubblica (prevenzione, applicazione della Legge 626 relativa ai rischi nell'ambiente sanitario, radioprotezione). Si è tenuto anche conto di fornire conoscenze pratiche per una diagnostica generale di imaging.
Le attività inerenti ai laboratori professionali dello specifico SSD (MED/48) si propongono di sviluppare nello studente competenze per la valutazione funzionale fisioterapica del paziente, con particolare riferimento all'utilizzo in autonomia delle scale di valutazione, dei test specifici e di altri strumenti idonei alla relativa compilazione di cartelle fisioterapiche; ci si propone inoltre l'introduzione di ulteriori tecniche fisioterapiche mirate alla risoluzione di problemi specifici e peculiari applicate alla risoluzione di problemi a carico dell'apparato muscolo scheletrico e dei tessuti molli e l'applicazione pratica di tutti i mezzi di terapia fisica con l'uso degli apparecchi elettromedicali. Relativamente a quest'ultima attività’, lo studente dovrà’ essere in grado di riconoscere sulla persona eventuali effetti indesiderati/danni causati da un utilizzo inadeguato o da applicazione impropria.
Le forme didattiche previste comprendono, quindi, lezioni frontali, seminari, gruppi di lavoro e discussione su tematiche pertinenti agli obiettivi del percorso formativo. All'attività didattica tradizionale si affianca, come detto, l'attività di tirocinio guidato presso servizi sanitari specialistici ed altre strutture di rilievo scientifico e di valenza per il soddisfacimento degli obiettivi formativi. In particolare, il Tirocinio professionalizzante e le attività di laboratorio didattico sono articolate secondo un piano triennale nel quale gli studenti operano sotto la supervisione di Tutors; la verifica dell'acquisizione delle abilità professionali avviene sistematicamente tramite un libretto che ne certifica la presenza e una Scheda di valutazione denominata 'Core Values', che misura atteggiamenti, comportamenti e abilità generali, al termine di ogni esperienza di tirocinio.
Nel corso del 1° anno, lo studente dovrà acquisire
- competenze necessarie ad un approccio del paziente nella sua complessità;
- competenza nella capacità di comprendere, apprendere e utilizzare progressivamente le tecniche basilari massoterapiche e kinesiterapiche;
- conoscenza pratica della terapia strumentale e sue applicazioni;
- i principi, i paradigmi e i modelli che guidano l’esercizio professionale.
Nel corso del 2° anno lo studente dovrà acquisire la competenza nella conoscenza e nella capacità di comprendere e apprendere e nell’utilizzare progressivamente :
- conoscenze tecnico-pratiche che gli permettano di conseguire progressivamente una consapevole e responsabile autonomia professionale - conoscenze degli interventi Riabilitativi nelle diverse patologie - capacità di collaborazione con l’equipe Medico-Riabilitativa
- conoscenza del malato ospedalizzato-ambulatoriale e l’interazione con lo stesso - conoscenza e capacità di somministrazione / utilizzazione di scale di valutazione e di formulazione della cartella clinico Riabilitativa.
- competenza nelle abilità comunicative emozionali e relazionali, essendo questi elementi di facilitazione alla pratica fisioterapica quotidiana nel mero intento del beneficio del singolo paziente. - La competenza nell’autonomia di giudizio sul proprio operato e su se stessi.
Nel corso del 3° anno, lo studente dovrà completare l’autonomia professionale nella/e:
- Valutazione fisioterapica e problematiche Riabilitative - Programmazione dell’intervento fisioterapico Riabilitativo
- Applicazione delle tecniche terapeutiche
- Formulazione ed Impostazione di protocolli Riabilitativi e obiettivi terapeutici preventivi che in patologie conclamate nell’ambito di un progetto Riabilitativo
- Dinamiche relazionali professionali interdisciplinari e multidisciplinari sia in regime di dipendenza che libero- professionale
- Conoscenza del paziente ambulatoriale sia in fase sub-acuta che cronica
- Competenza nelle abilità comunicative emozionali e relazionali, essendo questi elementi di facilitazione alla pratica.