Comitato per lo Sport Universitario: gli obiettivi

L’Università favorisce le attività culturali, ricreative e sociali di tutte le componenti universitarie e promuove la diffusione e il potenziamento della pratica sportiva, avvalendosi del Comitato per lo Sport Universitario istituito secondo le forme e le modalità previste dalla legislazione vigente.
Come recita, infatti, l’art. 1 della Legge n. 394 del 28 giugno 1977, “Presso ciascuna Università o Istituto di Istruzione universitaria è istituito un comitato che sovrintende agli indirizzi di gestione degli impianti sportivi ed ai programmi di sviluppo delle relative attività”.
Ai sensi della medesima legge (art. 2), inoltre, si precisa che “Il comitato è composto:
a) dal rettore dell'Università o direttore dell'Istituto universitario, o da un loro delegato, che assume le funzioni di presidente;
b) da due membri designati dagli enti sportivi universitari legalmente riconosciuti, che organizzano l'attività sportiva degli studenti su base nazionale;
c) da due studenti eletti secondo le modalità previste dall'art. 9 del decreto-legge 1° ottobre 1973, n. 580, convertito, con modificazioni, nella legge 30 novembre 1973, n. 766; e successive modificazioni e integrazioni;
d) dal direttore amministrativo dell'Università o dell'Istituto universitario, o suo delegato, anche in qualità di segretario”.
Il CSU presso l’Ateneo foggiano è attualmente presieduto dalla Prof. Donatella Curtotti, docente di Diritto Processuale Penale del Dipartimento di Giurisprudenza.