Versione italiana

La strategia 2017

La Carta Europea dei Ricercatori ed il Codice di Condotta per l’Assunzione dei Ricercatori (C&C) sono due documenti della Commissione Europea, pubblicati come raccomandazioni nel 2005, contenenti un insieme di princìpi e prescrizioni generali sul ruolo, sulle responsabilità, sui diritti dei ricercatori (secondo la definizione OCSE) e dei soggetti che assumono e/o finanziano gli stessi nonché sulle loro procedure di assunzione o nomina.
L’obiettivo finale è il miglioramento della competitività della ricerca europea a livello internazionale attraverso un lento e graduale processo di cambiamento culturale, di discussione e di confronto tra tutte le parti interessate (istituzioni di ricerca pubblica e privata e referenti politici). Questo sarà possibile attraverso l’adozione di una strategia per la gestione delle risorse umane, conforme alla C&C, strumento trasparente, flessibile e facilmente condivisibile tra i soggetti interessati.

Alcuni dei principi ispiratori sono contenuti nella Strategia HR, pubblicata dall'Università di Foggia nel marzo 2010 e rimodulata e approvata, nel corso del tempo, per il Senato Accademico del 14 novembre 2012, 13 novembre 2013, 14 maggio 2014. Il Senato Accademico del 21 novembre 2017 approva, infine, la nuova strategia 2017, integrata ed elaborata secondo le raccomandazioni dei commissari e la procedura “rafforzata”, che ingloba i principi dell’assunzione aperta, trasparente e su base meritoria dei Ricercatori (OTM_R).

L’impegno dell’Università di Foggia

In tale contesto, il 17 novembre 2008, l’Università degli Studi di Foggia ha sottoscritto, insieme ad altre sette istituzioni universitarie italiane (Camerino, Padova, Palermo, Udine, Urbino, Verona e la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa), la “dichiarazione di impegno all’implementazione di una strategia per la gestione delle risorse umane ispirata alla Carta Europea dei Ricercatori ed il Codice di Condotta per l’Assunzione dei Ricercatori” secondo quanto prescritto dalla Raccomandazione della Commissione Europea dell’11 marzo 2005; la stessa dichiarazione è stata successivamente sottoscritta da ciascuna istituzione e notificata alla Commissione Europea il 18 giugno 2009.

Obiettivo dell’Università di Foggia

La strategia per la gestione delle risorse umane conforme alla C&C dell’Università degli Studi di Foggia si colloca in quella più ampia di Ateneo volta al sostanziale riposizionamento delle attività di ricerca in àmbito nazionale ed internazionale e costituisce un adattamento ai nuovi indirizzi nazionali (Legge 140/2010 del MIUR) ed europei.
In questa ottica, per il nostro Ateneo, l’adozione della strategia costituirà un fattore di visibilità internazionale nello Spazio europeo della ricerca (ERA -European Research Area), di maggiore credibilità all’esterno (autorità locali e nazionali e dello stesso mondo accademico) e di riconoscimento del grado di eccellenza nella gestione delle risorse umane.

Metodologia dei lavori

Il percorso stabilito per il raggiungimento dell’obiettivo, secondo le linee guida della Commissione europea, è articolato in cinque fasi:

  1. analisi interna (Internal Analysis-IA) (attraverso la somministrazione di un questionario a tutti i ricercatori, per valutare lo stato di applicazione dei princìpi della C&C)
  2. definizione, sulla base dei risultati ottenuti, di una strategia per la gestione delle risorse umane (definita HR – Human Resources) finalizzata a garantire uno sviluppo sostenibile della carriera dei ricercatori
  3. ottenimento della validazione della Strategia HR da parte della Commissione europea e autorizzazione all’uso del logo HR, che identifica l’ateneo come “Istituto di Eccellenza nella Gestione delle Risorse Umane”
  4. implementazione e verifica dell’efficacia della strategia ogni due anni, attraverso un processo di autovalutazione
  5. controllo esterno, da parte di esperti internazionali nominati dell’Unione europea, ogni quattro anni
  6. rapporto di autovalutazione dopo 3 anni dal controllo esterno con inclusione della politica di assunzione dei ricercatori (OTM_R)
Le varie tappe
  1. nel febbraio 2009, è stato costituito un Gruppo di Lavoro Tecnico (GLT), presieduto dal prof. Lorenzo Lo Muzio e coordinato dalla dott.ssa Mariarosaria Lombardi (referente scientifico per le attività di coordinamento interno e per i rapporti con la Commissione europea), composto da una rappresentanza delle categorie interessate, ovvero: docenti, esperti nelle materie oggetto di discussione (reclutamento personale, previdenza sociale, alta formazione, internazionalizzazione) nell’àmbito del personale tecnico amministrativo oltre che dal vice-presidente dell’ADI (Associazione Italiana Dottori di Ricerca). Il gruppo di lavoro ha avuto, quindi, il fondamentale compito di formulare una proposta di strategia per la gestione delle risorse umane sulla base delle risposte derivanti dall’ IA
  2. nell’aprile 2009, si è abbinato il questionario alla quota servizi 2009, per i 370 ricercatori strutturati (164 ricercatori, 93 professori associati e 93 professori ordinari), e si è delegato il vice-presidente dell’ADI per la distribuzione dello stesso presso i dottorandi e gli assegnisti di ricerca, al fine una condivisione più ampia possibile del processo
  3. nel giugno 2009, dopo l’elaborazione statistica dei dati, si è predisposta una proposta di bozza della strategia della gestione delle risorse umane che, basandosi sui risultati dell’IA e sulle indicazioni fornite dal GLT (ovvero quali principi della C&C, secondo la percezione dei compilatori, non fossero ancora presenti nel nostro sistema di gestione e quali, tra questi, dovessero avere la priorità nell’essere implementati), ha individuato le azioni che il nostro Ateneo deve intraprendere
  4. nel settembre 2009, l’Ateneo ha organizzato “la Conferenza dei Servizi sulla Ricerca” nella quale l’Università di Camerino (coordinatore del network italiano aderente a tale processo) ha presentato lo stato dell’arte e il lavoro in itinere delle sette università italiane
  5. nell’ottobre 2009, sulla base delle indicazioni fornite dal primo meeting del “Gruppo Istituzionale sulla Strategia delle Risorse”, svoltosi a Warwick (Inghilterra) il 7 settembre 2009, è stata redatta la proposta finale della strategia, inviata ai Dipartimenti per riceverne l’approvazione definitiva o eventuali integrazioni/modificazioni
  6. il 10 febbraio 2010, la stessa è stata discussa in Senato Accademico
  7. il 25 febbraio 2010, il GLT si è riunito nuovamente per completare la strategia individuando i tempi di realizzazione e i relativi responsabili così come richiesto dalla responsabile della Commissione Europea, dott. Dagmar Meyer, in occasione del secondo incontro del “Gruppo Istituzionale sulla Strategia delle Risorse”, svoltosi ad Heidelberg (Germania) il 9 febbraio 2010
  8. il 9 marzo 2010, la Strategia è pubblicata sul sito web di Ateneo
  9. il 10 marzo 2010, la Commissione Europea approva la Strategia e concede l'utilizzo del logo HR
  10. il 3 agosto 2012, la Commissione Europea approva il rapporto di auto-valutazione biennale, elaborato alla luce degli ultimi due incontri del “Gruppo Istituzionale sulla Strategia delle Risorse”, svoltisi il primo ad Oslo (Norvegia) il 22 maggio 2011 e il secondo a Palermo il 23 aprile 2012. L’approvazione del documento, che integra e modifica alcune azioni della Strategia, consente all’Ateneo di continuare ad utilizzare il logo HR
  11. il 14 novembre 2012, la nuova versione della Strategia è discussa in Senato Accademico ed approvata
  12. il 13 novembre 2013, la strategia HR è stata aggiornata e approvata dal Senato Accademico
  13. il 14 maggio 2014, la strategia HR è stata nuovamente aggiornata e approvata dal Senato Accademico
  14. il 22 luglio 2014, ispezione dei commissari internazionali HR per la conferma del riconoscimento del titolo HR (Istituto di Eccellenza nella Gestione delle Risorse Umane)  
  15. il 22 dicembre 2014 il verbale dei commissari evidenzia che sebbene vi sia un margine di miglioramento, l’Università di Foggia, è riuscita nell’attuazione del suo piano
    d’azione fornendo, altresì, alcune raccomandazioni per il prossimo piano di azione.
  16. il 22 gennaio 2015, la Commissione Europea nella persona di Irmela Brach (senior policy officer della DG Ricerca e Innovazione della Commissione UE) comunica all’Università di Foggia l’esito positivo dell’ispezione e la conferma del riconoscimento come Istituto di Eccellenza nella gestione delle risorse umane nel settore della ricerca edell’utilizzo del logo “HR”
  17. il 21 novembre 2017 il Senato Accademico approva la nuova strategia HR 2017, integrata ed elaborata secondo le raccomandazioni dei commissari e la procedura HR “rafforzata” (entrata in vigore il 1° gennaio 2017), che ingloba i principi dell’assunzione aperta, trasparente e su base meritoria dei Ricercatori (OTM_R)
Coordinamento
  • Coordinamento scientifico e rapporti con la Commissione europea
    Prof.ssa Mariarosaria Lombardi – Ricercatore confermato presso il Dipartimento di Economia
  • Coordinamento tecnico-amministrativo
    Dott.ssa Rosa Anna Muscio- Responsabile Area Area Rapporti Istituzionali, Relazioni Esterne e Ufficio Stampa