Al via i Test di accesso ai CdL di Area Medica per l'anno accademico 2019/2020

3 Settembre 2019
Test per Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e protesi dentaria
Test Medicina 2019

Martedì 3 settembre 2019, al multisala “La Città del Cinema” (in piazzale Anna De Lauro Matera, a Foggia), si sono svolte le prove ministeriali per l’ammissione ai corsi di laurea a numero programmato in Medicina e Chirurgia (100 posti banditi) e Odontoiatria e Protesi dentaria (altri 50) dell’Università di Foggia: 735 le domande pervenute, ma a presentarsi ai test sono stati in 712. Le operazioni di identificazione dei candidati hanno avuto inizio alle 7,30 e sono proseguite fino alle 10,30, mentre il via alla selezione è scattato alle 11,00 (come nel resto d’Italia). Cento minuti a disposizione di ciascun concorrente, durante cui rispondere a 60 quesiti con soluzione multipla.

Come sempre numeri importanti quelli dei test per l’ammissione ai corsi di laurea in Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e Protesi dentaria, numeri che hanno impegnato a fondo la macchina organizzativa dell’Università di Foggia: per l’occasione dispiegate 74 unità del personale Tecnico-Amministrativo in 6 sale de “La Città del Cinema”. Tra le curiosità di giornata l’età della più giovane concorrente (una donna del 2002, 17 anni) e quella del più adulto (un uomo 53enne). I candidati provenivano da diverse regioni italiani, tra le più distanti Sicilia e Calabria, ma anche dall’estero (una candidata è arrivata dall’Albania).

«Tutto si è svolto regolarmente – argomenta il Direttore generale dell’Università di Foggia, dott.ssa Teresa Romei – grazie alla maturità dei candidati e soprattutto grazie allo spirito di collaborazione del nostro personale, sia tecnico-amministrativo che docente. Insieme al Rettore, prof. Maurizio Ricci, intendo ringraziare tutti quelli che hanno reso possibile l’allestimento e l’organizzazione di questa giornata, trascorsa senza intoppi e senza problemi. Indipendentemente dalle diverse opinioni che se ne possono avere, questi test così severi e selettivi rappresentano il primo step per la carriera dei medici di domani. A tutti i concorrenti che, per poterli sostenere hanno dovuto fare sacrifici, non può che andare il nostro più sincero in bocca al lupo».

Test per le Professioni sanitarie

Si sono concluse alle 12.40 – come da programma – le prove selettive per l’ammissione ai corsi di laurea a numero programmato nelle cd. Professioni sanitarie (ovvero Fisioterapia; Infermieristica; Dietistica; Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia; Tecniche di laboratorio biomedico), svoltesi questa mattina come di consueto al multisala Città del Cinema di Foggia. 

Su 1111 domande di partecipazione pervenute, sono stati 1081 i candidati che si sono effettivamente presentati: tra loro il più giovane è risultato un uomo di 18 anni e la più adulta una donna di 51. Certamente la Puglia la regione maggiormente rappresentata nella mappa della provenienza dei candidati, che tuttavia anche quest’anno ha riservato autentiche sorprese: sia per l’Italia (alcuni concorrenti sono arrivati dalla Sicilia) che per i Paesi esteri (con candidati provenienti anche da Senegal e Burkina Faso). 

Dopo il regolare svolgimento delle operazioni di identificazione, alle 11.00 l’inizio dei test per l’ammissione ai 367 posti disponibili: Fisioterapia (30+3 riservati ai cittadini non comunitari residenti all’estero); Infermieristica, sede di Foggia (99+1 riservato ai cittadini non comunitari residenti all’estero); Infermieristica, sede di Barletta (74+1 riservato ai cittadini non comunitari residenti all’estero); Infermieristica, sede di Matera (40+1 riservato ai cittadini non comunitari residenti all’estero); Infermieristica, sede di Lagonegro (25+1 riservato ai cittadini non comunitari residenti all’estero); Infermieristica, sede di San Giovanni Rotondo (29+1 riservato ai cittadini non comunitari residenti all’estero); Dietistica (13+2 riservati ai cittadini non comunitari residenti all’estero); Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia, sede di Barletta (12+2 riservati ai cittadini non comunitari residenti all’estero); Tecniche di laboratorio biomedico (31+2 riservati ai cittadini non comunitari residenti all’estero). 

«Un’altra prova di maturità del personale Docente e Tecnico-Amministrativo – ha commentato il Direttore generale dell’Università di Foggia, dott.ssa Teresa Romei –, che ringrazio per l’impegno, l’abnegazione e la disponibilità. Insieme al Rettore, prof. Maurizio Ricci, intendo ringraziare tutti quelli che hanno reso possibile l’allestimento e l’organizzazione di questa giornata, trascorsa senza intoppi e senza problemi. A tutti i candidati che hanno sostenuto i test di oggi e dei giorni scorsi, e che per sottoporsi alle prove hanno dovuto fare anche notevoli sacrifici, non può che andare il nostro più sincero in bocca al lupo». 

Undici le sale della Città del Cinema occupate, circa 100 le unità di personale Tecnico-Amministrativo che sono state coinvolte.