Il Sud tra storia e memoria

Mercoledì, 14 Febbraio, 2018 - 18:00
Sede Evento: 
Libreria Laterza di Bari
L'evento

Si parlerà di Meridione, di Unità Nazionale e del rapporto tra 'Storia e Memoria' nel prossimo Mercoledì con la Storia in programma mercoledì 14 febbraio 2018, dalle ore 18.00, presso la Libreria Laterza di Bari.

L'acceso dibattito su ciò che accadde soprattutto nel Meridione d'Italia all'indomani dell'Unità nazionale è stato spesso oggetto di polemiche, strumentalizzazioni, riflessioni poco attente a quello che è il pur ricco dibattito storiografico relativo a questo importantissimo capitolo della storia del Sud e di tutta l'Italia. Saverio Russo e Angelantonio Spagnoletti, entrambi docenti di Storia Moderna, rispettivamente presso le Università di Foggia e di Bari, studiosi di economia, società e istituzioni nel Mezzogiorno dell'Ottocento ragionano di revisionismo e di costruzione della memoria. È, infatti, questo uno dei nodi più rilevanti della storia degli ultimi due secoli, oggetto, di recente, di pubblicazioni non sempre rispettose delle buone pratiche della ricerca, nonché di iniziative istituzionali che non ritengono utile un rapporto con le università e le società storiche. Modererà l'incontro Mario Spagnoletti.

Saverio Russo: professore ordinario di Storia Moderna presso l'Università degli Studi di Foggia, è esperto di storia dell’agricoltura e del territorio meridionale. Ha curato anche numerose storie di città pugliesi in età moderna. Nella scorsa estate ha animato il dibattito suscitato dall’istituzione della “giornata della memoria”.

Angelantonio Spagnoletti: professore ordinario di Storia Moderna presso l'Università degli Studi di Bari, ha scritto numerosi saggi e volumi sul Regno di Napoli in età moderna, sulle famiglie nobili e aristocratiche meridionali ed i loro rapporti con le dinastie spagnole, francesi e austriache. Ha pubblicato nel 2008, per Il Mulino, l'importantissimo volume Storia del Regno delle Due Sicilie.

Mario Spagnoletti: è stato docente all'Università degli Studi di Bari dove ha insegnato Storia Contemporanea ricoprendo incarichi istituzionali nell'Ateneo barese.