Dottorati di ricerca

Il dottorato di ricerca

Il dottorato di ricerca è un corso di studi post laurea, al termine del quale si consegue il titolo accademico più elevato nell’ordinamento degli studi universitari italiani. Èun corso di elevata specializzazione, finalizzato a fornire le competenze necessarie per esercitare presso Università, enti pubblici o soggetti privati attività di ricerca di alta qualificazione

Possono accedere al dottorato di ricerca coloro i quali siano in possesso di laurea specialistica o di laurea conseguita secondo la previgente normativa ovvero di titolo equipollente conseguito presso Università straniere.

Dottorandi di ricerca esonerati dal Regolamento Tasse e Contributi

Il Consiglio di Amministrazione dell'Università di Foggia, durante l'ultima riunione del 18 ottobre 2017 e su richiesta dell'ADI Foggia (Associazione Dottorandi e Dottori di ricerca italiani), ha deciso:

  • di stabilire che ai dottorandi iscritti al XXXI - XXXII ciclo di Dottorato di ricerca non si applica il nuovo Regolamento Tasse e Contributi, fermo restando l’esonero dal pagamento delle tasse e dei contributi, da parte dei dottorandi senza borsa
  • di stabilire che, in via sperimentale, per l’anno accademico 2017/2018, ai dottorandi iscritti al XXXIII ciclo, non si applica il nuovo Regolamento tasse e Contributi e l’importo mensile della borsa di Dottorato di ricerca è aumentato di € 200,00
  • di stabilire che per tutti i dottorandi la maggiorazione della borsa per il periodo di soggiorno all’estero, è aumentata dall’attuale 50% al 70% a partire dal 1° novembre 2017
Coordinate bancarie

Si informa che dal 1° gennaio 2016 l'Università di Foggia ha dismesso il conto corrente postale, pertanto l'unica modalità di pagamento per tutte le operazioni a favore dell'Ateneo foggiano sarà il bonifico bancario.

  • Dati del beneficiario: Università degli Studi di Foggia via Gramsci, 89/91 - 71122 Foggia
  • Banca di Appoggio: Banca Popolare di Bari sede di Potenza – viale Marconi n. 194 CAP. 85100
  • IBAN: IT38B0542404297000007001002
Borse di studio a studenti con protezione internazionale per l’accesso ai corsi di laurea, laurea magistrale, laurea magistrale a ciclo unico e dottorato di ricerca presso le università italiane

Il Ministero dell’Interno, di concerto con  la CRUI e in collaborazione con l’ANDISU, in attuazione del Protocollo d’Intesa siglato tra il Ministero dell’Interno e la CRUI il 20/07/2016, hanno messo a disposizione 100 borse di studio per gli studenti titolari di protezione internazionale (con status di rifugiato o beneficiario di protezione sussidiaria), costretti ad interrompere il percorso di studi avviato nel Paese d’origine.

Anche per l’anno accademico 2018/2019  si è  proceduto, pertanto, alla predisposizione di un nuovo bando al quale possono partecipare:

  • gli studenti, vincitori dei bandi per gli anni accademici  2016/2017 e 2017/2018 per i quali sussiste lo status di titolari di protezione internazionale, che hanno diritto alla conferma della borsa di studio;
  • gli studenti titolari di protezione internazionale in possesso di un titolo di studio valido per l’iscrizione al corso di laurea, laurea magistrale, laurea magistrale a ciclo unico o dottorato di ricerca prescelto, che si iscrivono per la prima volta al sistema universitario italiano.

Come nelle precedenti edizioni, i borsisti potranno usufruire dei servizi di vitto e alloggio previsti dalla borsa, attraverso il contributo forfettario erogato dal Ministero all’Ateneo.

Gli Atenei ospitanti, inoltre, garantiranno agli assegnatari della borsa di studio:

  • l’esenzione delle tasse, dei contributi universitari;
  • l’utilizzo dei servizi didattici (biblioteche, centri);
  • copertura del premio dell’assicurazione infortuni.

Le domande potranno essere presentate entro le ore 24.00 del 29/07/2018.