Attività e Servizi nell’ambito del Diritto allo Studio

Nel nostro ordinamento il “diritto allo studio” è un diritto soggettivo che trova il suo fondamento nei comma 3 e 4 dell’art. 34 della Carta Costituzionale nei quali si afferma il diritto dei capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi economici, di raggiungere i gradi più alti degli studi ed il dovere della Repubblica a rendere effettivo questo diritto. Il diritto allo studio trova un fondamento anche nell’art. 3 della Costituzione dove si asserisce che è “compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che, limitando di fatto la libertà e l’uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana”. Dunque tutti i cittadini capaci hanno il diritto di proseguire gli studi e la Repubblica ha il dovere di rimuovere quegli ostacoli economici che impediscono agli studenti capaci di continuare e completare gli studi anche universitari.

La possibilità di accedere all’Università e di arrivare a conseguire un titolo di studio attraverso un regolare percorso formativo è garantito da una serie di interventi promossi nell’ambito delle politiche per il diritto allo studio disciplinate dalla legge 2 dicembre 1991 n. 390, dove rinvengono i principi fondamentali cui le Regioni devono attenersi al fine di rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che di fatto limitano l’accesso all’istruzione superiore.

Pertanto nei limiti delle risorse disponibili nel bilancio, l’Università degli Studi di Foggia sostiene tali interventi atti a migliorare gli studi universitari nonché la crescita dei servizi e favorisce, inoltre, le iniziative culturali, ricreative e sportive autogestite dagli studenti.

I principali interventi rivolti agli studenti riguardano sostanzialmente:

Borsa di studio
L’Università degli Studi di Foggia, in stretta collaborazione con l’A.Di.S.U. Puglia, eroga borse di studio in favore degli studenti capaci e meritevoli privi di mezzi. Le borse di studio sono concesse attingendo dalle graduatorie degli idonei non beneficiari delle borse di studio attribuite, per lo stesso anno accademico, dalla Sede Territoriale di Foggia dell’A.Di.S.U. Puglia e secondo l’ordine delle stesse graduatorie formulate ai sensi del D.P.C.M. 9 aprile 2001.

Attività di collaborazione studentesca a tempo parziale (art. 13 della L. 390/91)
L’Università degli Studi di Foggia affida, ai propri studenti, forme di collaborazione ad attività connesse ai servizi resi dalla stessa Università da prestare a tempo parziale. I posti sono attribuiti agli studenti iscritti alle singole Facoltà in ragione proporzionale del numero degli iscritti. I vincitori sono assegnati alle strutture, alle biblioteche delle Facoltà ed agli Uffici dell’Amministrazione centrale. Il Consiglio di Amministrazione determina ogni anno il numero di collaborazioni da attivare e l’importo del compenso orario per le suddette prestazioni. Per poter partecipare alle suddette forme di collaborazione, gli studenti devono essere regolarmente iscritti alla data di scadenza del bando. Possono accedere alla selezione gli studenti iscritti, dal secondo anno in corso al primo fuori corso, che abbiano superato al 30 settembre dell’anno precedente almeno i due quinti degli esami previsti dal proprio piano di studi, con riferimento agli anni precedenti quello dell’ultima iscrizione. Sono esclusi gli studenti già in possesso di Laurea e quelli iscritti alle Scuole dirette a fini speciali. Hanno la precedenza gli studenti idonei non vincitori delle borse di studio erogate dall’A.Di.S.U. Puglia. Allo scopo di attuare una più diffusa ed equa distribuzione delle risorse, il beneficio dell’attività a tempo parziale non è esteso agli studenti vincitori di borse di studio o di concorso per attività di tutorato in favore di studenti disabili.

Quota alloggio
L’Università degli Studi di Foggia, sempre in collaborazione con l’A.Di.S.U. Puglia, eroga un contributo alloggio in favore degli studenti fuori sede regolarmente iscritti che sostengano spese di fitto, in possesso di contratto di locazione regolarmente registrato, risultati idonei nelle graduatorie della Sede territoriale di Foggia dell’A.Di.S.U. Puglia.

Contributi straordinari agli studenti disagiati
L’Università degli Studi di Foggia, al fine di favorire gli studi superiori ed allo scopo di rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che di fatto ne limitano la completa fruizione, mette a disposizione contributi straordinari in favore di studenti i cui nuclei familiari versino in condizioni economiche disagiate. Viene formulata apposita graduatoria, previa pubblicazione del bando e successivo esame delle domande pervenute. Sono esclusi gli studenti che hanno beneficiato o beneficino di analoghi contributi da parte dell’Università degli Studi di Foggia o di altri Enti pubblici o privati (part-time, tutorato, borse di studio, etc.).

Contributi straordinari agli studenti extracomunitari
L’Università degli Studi di Foggia, nell’ambito del budget disponibile, al fine di favorire gli studi superiori ed allo scopo di rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, mette a disposizione contributi straordinari a sostegno degli studenti extracomunitari, regolarmente iscritti e provenienti da Paesi di sviluppo, che versino in condizioni economiche disagiate. Dopo la pubblicazione dell’apposito Bando, ed il successivo esame delle domande pervenute, è formulata la graduatoria dei candidati aventi diritto. Sono esclusi gli studenti che hanno beneficiato o beneficino di analoghi contributi da parte dell’Università degli Studi di Foggia o di altri Enti pubblici o privati (part-time, tutorato, borse di studio, etc.).

Sostegno economico agli studenti partecipanti al Programma Erasmus
L’Università degli Studi di Foggia eroga dei contributi integrativi per la mobilità internazionale degli studenti partecipanti al Programma Erasmus, a parziale rimborso delle spese sostenute da ciascuno studente durante il periodo di permanenza all’estero.

Premi di studio e di laurea
L’Università degli Studi di Foggia istituisce premi di studio e di laurea destinati a studenti e a giovani laureati meritevoli, utilizzando fondi destinati agli interventi previsti dalla Legge 2 dicembre 1991 n. 390. Il premio viene conferito mediante procedimento concorsuale per titoli volto a selezionare gli aspiranti secondo il criterio del merito scolastico. A parità di merito prevalgono le condizioni di reddito più disagiate individuate in base all’ammontare del reddito nonché all’ampiezza del nucleo familiare ai sensi dell’art. 4 della Legge 2 dicembre 1991 n. 390. La consegna del premio può avvenire, eventualmente, anche nel corso di una cerimonia organizzata dall’Università degli Studi di Foggia.

Attività culturali, ricreative e sportive autogestite dagli studenti
L’Università degli Studi di Foggia promuove attività culturali, ricreative e sportive autogestite dagli studenti per favorire il Diritto allo Studio e potenziarne l’arricchimento culturale. Per il finanziamento dei progetti presentati dagli studenti è emanato apposito Bando.

Corsi di formazione
L’Università degli Studi di Foggia organizza i seguenti corsi finalizzati alla formazione degli studenti: - Corsi E.C.D.L. (European Computer Driving Licence) rivolti agli studenti regolarmente iscritti per l’anno accademico di riferimento. La European Computer Driving Licence, ossia Patente Europea di Guida del Computer, è un sistema di certificazioni che attestano la capacità di saper usare il personal computer a diversi livelli di approfondimento e di specializzazione. Tali corsi costituiscono uno standard di riferimento internazionale. - Corsi di preparazione P.E.T. (Preliminary English Test) e F.C.E. (First Certificate of English) per il rilascio della certificazione di lingua inglese Cambridge. Tali corsi valutano la capacità di comunicazione quotidiana nelle lingua scritta e parlata, pertanto sono rivolti a coloro che hanno una adeguata conoscenza della lingua inglese.

Corsi intensivi
L’Università, su proposta delle strutture didattiche, può prevedere l’attivazione di corsi intensivi al fine di consentire agli studenti che si trovino in situazioni di svantaggio, una più efficace fruizione dell’offerta formativa. L’insegnamento nei suddetti corsi è svolto da professori e ricercatori.

Viaggi di istruzione
L’Università, nel limite delle risorse disponibili nel bilancio di ciascun esercizio finanziario, contribuisce all’espletamento di visite di istruzione proposte dagli studenti, accompagnati da docenti, per visitare opere, mostre, fiere o per partecipare a conferenze di particolare rilevanza ai fini dell’attività didattica svolta nel corso di insegnamento.